Home Avvenimenti Sant’Anastasia, medaglia d’oro assegnata al Comune

Sant’Anastasia, medaglia d’oro assegnata al Comune

1811
0
CONDIVIDI

Una benemerenza rilasciata al Comune di Sant’Anastasia dal Sovrano Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio è stata consegnata ieri mattina al Sindaco, in presenza degli assessori Mariano Caserta e Bruno Beneduce.

Appositamente delegato, Giannangelo Marciano, rappresentante per la zona vesuviana dell’Ordine e della famiglia Reale, ha consegnato la medaglia d’oro della città, con la pergamena. E’ una benemerenza che il principe Carlo di Borbone e delle due Sicilie concede ai comuni che hanno avuto una storia molto legata a quello che era il regno borbonico.
Sant’Anastasia, infatti, è stata oggetto per tantissimi anni di progetti di Carlo III di Borbone, che con opere idrauliche rese la città invulnerabile a quelli che erano i rischi idrogeologici, mediante il prosieguo dei Regi Lagni in tutta la provincia di Napoli.
“Carlo di Borbone, con la famiglia reale, ha voluto contraddistinguere anche Sant’Anastasia con la medaglia di benemerenza per l’attaccamento alla storia e a ricordo di quello che Borboni hanno lasciato sul territorio. La consegna ufficiale della benemerenze avvenuta ieri 22 maggio – spiega Marciano – sarà ratificata verbalmente dal principe Carlo in persona durante la Santa Messa che sarà officiata in onore di San Ferdinando Secondo di Borbone, che si terrà nella chiesa San Francesco di Paola a Napoli il 31 maggio, cerimonia a cui la cittadinanza tutta è invitata ed in loro rappresentanza il sindaco, gli assessori, con la presenza dello stendardo comunale”.
“Siamo contenti di aver ricevuto l’attenzione da parte dei Borboni per la medaglia d’oro a Sant’Anastasia, accompagnata dall’attestato di stima, e ci riempie di gioia – dice il sindaco Lello Abete – in quanto segno di attenzione alla storia dei Borboni presente a Sant’Anastasia, che oggi è arricchita da una onorificenza importante. A nome della cittadinanza, sono grato per questo grande segnale di vicinanza e soprattutto di questa grande attenzione per il nostro territorio”.