Home Territorio A Volla è partita ufficialmente la Campagna Elettorale di Andrea Viscovo e...

A Volla è partita ufficialmente la Campagna Elettorale di Andrea Viscovo e delle sue “Civiche”

1275
0
CONDIVIDI

Andrea Viscovo, e i suoi “Civici”, per la prossima competizione elettorale amministrativa a Volla, del 5 giugno 2016, è partito sicuramente prima degli altri, e lo ha fatto come un razzo.

“Chi ben comincia è a metà dell’opera”, recita il vecchio saggio.

Per Andrea Viscovo e le sue “Civiche” il detto è stato un po’ modificato in: “Chi prima comincia, è a metà dell’opera”. Ma, non sempre nelle competizioni chi parte per primo, vince, anche se una buona partenza è importante, perché può consentire di acquisire un vantaggio verso la vittoria finale.

Comunque, Andrea Viscovo, e i suoi “Civici”, per la prossima competizione elettorale amministrativa a Volla, del 5 giugno 2016, è partito sicuramente prima degli altri, e lo ha fatto come un razzo.

Come per dire: “Poche idee, ma precise”.

Prima degli altri competitor, l’avvocato ha presentato i simboli e i nomi delle liste che lo sosterranno (RisolleviAmo Volla, Cittadini X Volla e Volla Cambia Verso).

Prima degli altri ha cominciato a far veleggiare la sua immagine su camion circolanti per il paese. Che poi trattasi di camion ingombranti ed inquinanti, poco importa, tanto è vero che anche qui il vecchio saggio recita: “più circolano i camion, più circola l’economia” (sempre per il bene del paese ndr).

Prima degli altri ha fatto “attaccare” la sua immagine sui cartelloni pubblicitari che “abbelliscono” le vie di Volla.

Prima degli altri, domenica 3 aprile alle ore 10.00, ha inaugurato la campagna elettorale al teatro “M. Aprea” dell’Accademia Musicale G. Verdi.

La sala era gremita da più di duecento persone. Hanno partecipato molti giovani e donne. Erano presenti quasi tutti i candidati delle tre “Civiche” di sostegno.

L’avvocato, seduto su una sedia spostata un po’ a destra del palco ha risposto a dieci domande fatidiche postegli dal giornalista Dino Viola, seduto su un’altra sedia a sinistra.

Solo due gli interventi extra, di due sostenitori (Salzano Salvatore e Peppe Irace).

L’intervista è stata condotta utilizzando “parole chiavi”: Famiglia, Anziani, Sicurezza, Giovani, Commercio e Attività Produttive, Ambiente, Partecipazione, Scuola, Trasparenza, Civico, Cultura, Arte e Spettacolo.

Al motto di “Essere più che sembrare”, a ciascuna di esse Viscovo ha risposto esprimendo la sua opinione e le azioni politiche che, in caso di vittoria e di elezione, la sua amministrazione intende portare avanti.

Tante le risorse investite e da investire, tante le buone intenzioni, un po’ meno i dettagli tecnici su come realizzare programma e progetti e, soprattutto su come e dove reperire le mancanti risorse.

Quelli che non sono mancati, invece, sono stati gli applausi da parte del pubblico, che ha capito che non si trattava di una “commedia”, pur essendo in un teatro.

Dopo quasi due ore di “interrogatorio politico” l’avvocato Andrea Viscovo ha terminato la sua presentazione ufficiale con un altro motto: “Con i giovani scriveremo la nostra storia (di Volla), e sarà una storia a lieto fine”.

Non volendo contraddire Viscovo speriamo che la “Storia di Volla” se pur lieta, non abbia mai fine.