fbpx
sabato, Novembre 27, 2021

Parte il Giro d’Italia rosa da Napoli venerdì 29 giugno al femminile

Domani per prima volta la manifestazione sportiva parte dal capoluogo campano con una sfilata delle atlete sul lungomare più bello del mondo.

E pensare che De Coubertin era contrarissimo alla partecipazione delle donne ai Giochi Olimpici. Quando nel 1912 parteciparono per la prima volta alle gare di nuoto ( 57 donne su 2540 iscritti) disse che un’olimpiade femminile non sarebbe stata “pratica, interessante, estetica e corretta”. Nel 1952, solo una metà dei paesi partecipanti inviò una rappresentanza femminile a Helsinki. E nel 1968, a Città del Messico, nonostante la folta rappresentanza femminile dei paesi socialisti, la percentuale delle concorrenti non superò il 12% (845 su 7.200).

Insomma per le donne anche lo sport è stato una conquista. Si è discusso per anni se fosse possibile per le donne praticare determinati sport, se fosse l’attività sportiva agonistica compatibile con le caratteristiche biologiche femminili e se non fosse controproducente per la gravidanza intraprendere attività agonistiche. Questo genere di dubbi sembrano ormai essersi dissipati, ed abbiamo un recente esempio, quello della campionessa Valentina Vezzali che ha conquistato il titolo mondiale nel 2005 a soli quattro mesi dal parto. Tuttavia l’agonismo femminile sembra restare sempre un po’ più in ombra rispetto a quello maschile, forse perché i valori assoluti raggiunti nelle gare sono sempre più favorevoli agli atleti maschi e se quello che si cerca è l’emozione data dal record o dall’impresa strabiliante, gli uomini sono favoriti.

E’ giusto quindi salutare con piacere il risalto dato negli ultimi giorni alla notizia della partenza del Girodonne 2012, che partirà proprio da Napoli. Si tratta del corrispettivo femminile del Giro d’Italia. E’ alla sua 23esima edizione e la prima tappa, lunga 139 kilometri, si svolgerà proprio da Napoli a Terracina, tutta lungo il litorale campano. Alla partenza le cicliste percorreranno via Caracciolo. La gara si concluderà dopo altre otto tappe a Bergamo, il 7 luglio, con la nona tappa di 109 kilometri.

Tutte le migliori cicliste al mondo saranno al via del Giro d’Italia Femminile Internazionale. Le 16 squadre più in vista delle due ruote rosa schiereranno le loro 8 migliori atlete per raggiungere un sogno chiamato maglia rosa. Non sorprende che le richieste di partecipazione siano state tante perché quella che si svolgerà dal 29 giugno al 7 luglio sarà la gara ciclistica più lunga e prestigiosa della stagione. Alla linea di partenza ci saranno cinque le squadre italiane, con i nomi delle campionesse Giorgia Bronzini (Diadora Pasta Zara), della maglia rosa uscente Marianne Vos (Rabobank) e della campionessa italiana Noemi Cantele (Be Pink).

La manifestazione avrà anche un altro risvolto interessante. Sarà accompagnata dal Green Village, un villaggio commerciale “verde”, che animerà il lungomare mettendo in mostra prodotti in particolare dedicati al giardinaggio e alla vita all’aria aperta, con un’area dedicata ai più piccoli con ludoteca e laboratori, dove si svolgeranno attività per la manipolazione del PETe della carta finalizzate all’uso e alla realizzazione di oggetti riciclati e riciclabili.
(Fonte foto: Rete Internet) 

Ultime notizie
Notizie correate