fbpx
domenica, Ottobre 17, 2021

Somma Vesuviana, esposto in Procura per il parcheggio di via Casaraia

 L’annosa questione del parcheggio (leggi qui) di via Seconda Traversa Casaraia, già tornata in auge qualche giorno fa (leggi qui)  (e qui) torna in tutto spolvero sul tavolo politico per un esposto che i residenti hanno presentato alla Procura della Repubblica e indirizzato anche al Prefetto di Napoli, ai carabinieri, al sindaco Di Sarno, al comando di polizia municipale e al responsabile dell’Ufficio Tecnico di Somma Vesuviana. E spunta un piccolo «giallo»: perché nel cartello posto all’ingresso del cantiere la II Traversa Casaraia subisce un repentino cambio toponomastico e viene appellata «via Angrisani»?

 I residenti proprio non ci stanno all’ipotesi sempre più incombente che quel parcheggio apra i battenti. E segnalano eventuali rischi e disagi, nonché preoccupazioni per la propria incolumità.

 «Come già denunciato con nota precedente, che si invia anche alla Procura della Repubblica di Nola al fine di accertare eventuali responsabilità attuali o future, l’amministrazione comunale, nonostante le perplessità espresse dai residenti circa la paventata apertura del parcheggio di scambio di via Seconda Traversa Casaraia, in assenza delle previste condizioni minime di sicurezza lungo il tratto di strada “via II^ Traversa Casaraia” che permetterebbe l’accesso allo stesso, e in deroga alle prescritte norme di cui al Decreto prot. 6792 del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti con il quale venivano approvate le “Norme funzionali e geometriche per la costruzione delle strade”, sarebbe ugualmente intenzionata all’apertura del suddetto parcheggio pubblico – si legge nell’esposto – mediante l’installazione del solo impianto semaforico per la circolazione a senso alternato, consentendone pertanto l’accesso attraverso una strada, larga appena 4,5 mt, che non rispetta i requisiti imposti. Come indicato nella precedente nota, va ribadito che uno dei maggiori disagi che è causa del malcontento è proprio la preoccupazione di eventuali rischi ai quali potrebbero essere esposti i residenti qualora, la citata stradina, “II^ Traversa Casaraia”, la cui larghezza di circa 4,5 metri non consente il transito a doppio senso, dovesse essere abilitata all’accesso da parte di terzi per usufruire del parcheggio aumentandone il traffico locale».

E ancora, scrivono i residenti nel documento indirizzato alla Procura di Nola:

«Va rappresentato che, ad oggi, la strada in questione, II^ Traversa Casaraia, si presenta priva di sistemi di sicurezza per i pedoni che la percorrono in quanto è sprovvista dei marciapiedi previsti; pertanto, le preoccupazioni dei residenti sono del tutto giustificate se si tiene conto che le abitazioni che insistono su detta traversa si immettono direttamente sul suolo asfaltato destinato alla corsia di marcia, infatti, come è ben visibile nelle foto allegate, si possono notare portoncini e/o cancelli d’ingresso nonché garage con passo carrabile, che confluiscono in maniera immediata su detto viale. Ciò comporta un reale, costante e vivo pericolo per chi quotidianamente uscendo dal proprio uscio di casa o garage si trova ad impegnare in modo diretto ed involontario, in quanto obbligato, la corsia di marcia correndo il rischio di essere investito da auto e/o motoveicoli che transitano nella diretta strada per accedere al parcheggio di cui all’oggetto. Tutto ciò assume, inoltre, maggiore preoccupazione se si considera la presenza di residenti con invalidità e numerosi bambini. Altro elemento che va segnalato e che peraltro obbliga la verifica del rispetto dei requisiti previsti da parte di chi è competente al rilascio delle autorizzazioni per il transito nella suddetta traversa è il previsto utilizzo del parcheggio da parte di persone disabili. Infatti, se si considera che per il disabile l’unica via di accesso e/o uscita dal parcheggio è esclusivamente attraverso la II^ Traversa Casaraia, in quanto l’altra uscita su Via Casaraia è dotata di soli gradini pertanto ne è impedita la fruizione, ci si rende ancor più conto di quanto sia necessaria la costruzione dei marciapiedi per permettere allo stesso di accedere in sicurezza al parcheggio evitando di utilizzare la corsia riservata agli automezzi con i connessi rischi dovuti ad eventuali impatti».

Non si lesinano, nell’esposto, riferimenti a norme e codice della strada. E ci si sofferma sul fatto che eventuali marciapiedi dovranno servire anche a collocare i previsti secchi per la raccolta differenziata che finirebbero per occupare ulteriore spazio causando intralcio non solo ai pedoni ma pure al transito di persone diversamente abili. La conclusione è il preciso invito a valutare nuovamente la situazione che potrebbe verificarsi in caso di apertura del parcheggio, ventilando denunce e attribuzioni di responsabilità in caso di abusi, omissioni, incidenti.

Non è però finita qui perché i residenti hanno nel contempo fatto richiesta – al sindaco Di Sarno e al responsabile dell’Utc di Somma Vesuviana, dello stralcio del piano regolatore generale – piano territoriale comunale di Somma Vesuviana per «conoscere la destinazione della strada II Traversa Casaraia prevista ed inserita nel Prg/Ptc». Nella richiesta si fa però riferimento al Put, il Piano Urbano Traffico «in adozione». Un piano che, per inciso, non è stato mai adottato. Fatto sta però che l’ingresso al parcheggio riporta la denominazione della strada: via Angrisani. Così come pure il cartello posto all’ingresso del cantiere: «Lavori parcheggio di interscambio via Angrisani – via Casaraia». Ma quella non è via Angrisani, bensì via II Traversa Casaraia. Ed è su queste basi (errore, svista?) che i residenti tra i quali alcuni tecnici stanno preparando una nota da inviare al Ministero che ha finanziato l’opera chiedendo le verifiche del caso. Anche i carabinieri, interessati da residenti della zona, avrebbero chiesto lumi al Comune sui motivi per i quali nel progetto la II Traversa Casaraia sia stata invece mutata in «via Angrisani». La risposta dell’Ufficio Tecnico non dovrebbe tardare.

 

Daniela Spadaro
Giornalista professionista
Ultime notizie
Notizie correate