fbpx
giovedì, Ottobre 28, 2021

Somma Vesuviana, camminata nei vicoli del borgo

locEvento promosso dalle associazioni del Casamale. Presenti le istituzioni, sono state inaugurate tre bacheche turistiche installate da Voci del Borgo.

 «‘Na camminata int’ e viche miezo all’ate…», le associazioni del borgo Casamale prendono in prestito i versi di «Napule è» di Pino Daniele per la passeggiata che ieri, domenica 20 novembre, aveva lo scopo di ripercorrere i vicoli del quartiere alla riscoperta della sue bellezze.

E ancora, in occasione dell’evento, un’altra citazione stavolta mutuata dal fondatore del movimento Scout, lo scrittore inglese Robert Baden powell: «Noi non abbiamo ereditato il mondo dai nostri padri ma lo abbiamo avuto in prestito dai nostri figli e a loro dobbiamo restituirlo migliore di come lo abbiamo trovato». L’intento, insomma, è chiaro come la volontà di far rivivere il borgo medioevale.

I partecipanti, numerosissimi, sono partiti per la «camminata» alle 15, 30 di ieri da largo Gino Auriemma. Presenti il sindaco Pasquale Piccolo, il consigliere Peppe Nocerino e l’assessore Luigi Coppola in rappresentanza delle istituzioni. Inaugurando, lungo il cammino, tre bacheche turistiche realizzate e installate da «Voci del Borgo» edizione 2016: alla Collegiata (scoperta dal parroco, padre Giuseppe D’Agostino) accanto al Convento dei Padri Trinitari, in via Gino Auriemma.

A illustrare le tappe, Franco Mosca. Come ha poi rimarcato l’ingegnere Arcangelo Rianna, più tardi, in un post sui social: «Siamo in via giudecca al Casamale di fronte alle possenti mura aragonesi, Franco Mosca illustra il cammino per il centro storico che adesso cominciamo insieme; comincia una nuova era? Prenderanno coscienza i casamalisti della ricchezza che possiedono? Io ci spero sempre».

Daniela Spadaro
Giornalista professionista
Ultime notizie
Notizie correate