Comune demolisce bene del clan e lo trasforma in centro per l’infanzia

0
472

Casoria. Dalla criminalità organizzata ai bambini di Casoria. L’amministrazione comunale targata Raffaele Bene ha compiuto un passo decisivo verso un traguardo storico: la trasformazione del bene confiscato alla camorra nel quartiere Stella in una struttura per l’infanzia.

Il progetto è molto ambizioso e sarà reso possibile con i fondi del Pics secondo un piano curato dagli uffici comunali con l’assessore all’Urbanistica Tommasina D’Onofrio. In queste ore sono cominciati i primi interventi con la rimozione dei rifiuti presenti nella villa confiscata, in attesa dell’abbattimento dell’immobile, che avverrà a breve.

L’avvio dell’intervento di demolizione con l’arrivo della ruspa al quartiere Stella è fissato per lunedì 17 aprile alle 11 alla presenza delle autorità locali e sovracomunali. In queste settimane saranno completate le operazioni propedeutiche all’abbattimento.

“Sarà una giornata storica per Casoria. Possiamo rivendicare con orgoglio di essere stata la prima amministrazione a restituire ai cittadini i beni tolti alla criminalità organizzata: dopo il Parco Dalla Chiesa a gennaio, ora sarà la volta della villa che sarà trasformata in centro per l’infanzia. La risata di un bambino è il modo migliore per ridare nuova vita ad una struttura in passato sotto il controllo della malavita” affermano in una nota congiunta il sindaco Raffaele Bene e l’assessore all’Urbanistica Tommasina D’Onofrio.