CONDIVIDI

Ha 24 anni ed è originaria di Terzigno la titolare dell”azienda PiaF: un laboratorio dove nascono monili in oro, argento e bigiotteria. Storia di una ragazza che ha dedicato la sua vita ad una passione.

Fare il lavoro per il quale hai studiato anni. Seguire la tua passione fino a cercare di farla diventare il tuo sostentamento. Un sogno di tanti. Un sogno sempre più difficile da realizzare ai nostri tempi, terribili soprattutto per i più giovani. Pia Festino, 24 anni, di Terzigno, insegue quel sogno. Ha un’azienda, la PiaF e vende gioielli. I suoi gioielli: è lei che li disegna ed è lei che li realizza. “Dando sfogo alla mia creatività, rivolgendomi ad una clientela giovane e raffinata che ha voglia di impreziosirsi senza spendere molto, ho messo su un piccolo laboratorio ed ho cominciato a realizzare gioielli in svariati materiali in oro, argento, cuoio bronzo, tessuto, pietre naturali preziose e semipreziose”.

Pia fin da piccola ha sempre avuto un’attrazione particolare per i gioielli. Lei ne parla con entusiasmo: “Le medine dei paesi africani zeppe di artigianato orafo locale mi facevano perdere la cognizione del tempo; le botteghe spagnole con i loro monili gitani mi affascinavano e mi facevano volare con la fantasia; la Grecia poi era uno strepitio di fuochi d’artificio, con lo scintillio di quei gioielli ricchi di pietre preziose. Infine, lo splendore dei gioielli francesi e la raffinatezza di quelli italiani, hanno fatto in modo che indirizzassi i miei studi verso quel settore”.

Dopo il liceo, Pia si iscrive alla scuola di artigianato orafo di Gianni Carità presso il Tarì di Caserta (un corso a numero chiuso e molto costoso, 20 posti l’anno). Successivamente la 24enne ha continuato un percorso di tirocinio, di vera gavetta, presso laboratori artigianali napoletani all’interno del Tarì. “Finalmente dopo tanti anni di sacrifici da parte dei miei genitori il primo colloquio di lavoro. Così sono stata assunta da una grande azienda, esperienza durata altri due anni. Poi decido che è tempo di cominciare a farmi conoscere direttamente per trarre maggiori soddisfazioni dal mio lavoro”. Nasce così la PiaF, che propone i cataloghi con le collezioni ( in oro,argento e bigiotteria) all’ingrosso direttamente ai negozianti (il sito è www.piafgioielli.it)

Di sé Pia Festino dice: “Sono una ragazza giovane e determinata ,il periodo di crisi e il contesto (il Sud, la Campania, il paese di provincia) non sono terreno fertile per poter germogliare,ma io sono certa di farcela. Non posso non farcela dopo tanti sacrifici, rinunce e privazioni. Ho investito tutti i miei risparmi in questo sogno, ho dovuto centellinare e tagliare ogni piccola spesa. Spero però di trasmettere tutto il mio entusiasmo, ottimismo e passione attraverso i miei gioielli, dando anche un messaggio importante: quello del made in Italy”. ([email protected])

IL SUD CHE CAMMINA