Home Attualità Somma Vesuviana, “Lucerne del Panettiere”: all’I.T.I. “E. Majorana” la cerimonia di consegna

Somma Vesuviana, “Lucerne del Panettiere”: all’I.T.I. “E. Majorana” la cerimonia di consegna

396
0
CONDIVIDI

Si è svolta questa mattina alle 11, presso l’Auditorium dell’I.T.I. “E. Majorana” di Somma Vesuviana, la cerimonia di consegna delle “Lucerne del Panettiere”, in memoria di Vincenzo de Stefano. Il progetto di illuminazione, caratterizzato dalla realizzazione di 10 sagome simboliche, una per ogni vicolo del Casamale, in cui installare le lucerne a led durante le festività natalizie, si inserisce nel percorso di alternanza scuola-lavoro previsto all’interno del piano didattico dell’Istituto.

Una cerimonia ad alto impatto emotivo, quella della consegna delle “Lucerne del Panettiere”, a cui hanno preso parte gli alunni della III E dell’I.T.I. “E. Majorana”, i protagonisti assoluti nella realizzazione del progetto. Ideatore e coordinatore dei lavori, durati circa 2 mesi, il Prof. Emanuele Coppola, lavorando in sinergia con Nicola D’Avino, Presidente dell’Associazione “Festa delle Lucerne” e con il Patrocinio del Comune di Somma Vesuviana.

«Il progetto “Lucerne a led” -spiega il docente Coppola– è partito ad agosto 2018, in collaborazione con l’Associazione “Festa delle Lucerne”, in seguito al successo clamoroso riscontrato quest’anno con oltre 40 mila visitatori. A settembre abbiamo pianificato i lavori. Ogni sagoma ha all’interno 300 led, tutte le sagome complessivamente consumano circa 60 Watt. Esse sono state progettate e realizzate a bassa tensione, ciò significa che possono essere tranquillamente collocate negli spazi comuni, senza essere pericolose per i bambini».

Pienamente soddisfatti i ragazzi coinvolti, in loro rappresentanza Emanuele Sabbatino, uno degli alunni delle III E, ha scritto la lettera che segue:

“A nome degli alunni della classe III E, vorrei ringraziare prima di tutti il prof. Emanuele Coppola per l’iniziativa, per la capacità e la caparbietà di condurre e portare a termine tutto ciò che inizia. Egli è stato in grado di trasmetterci, oltre alle capacità tecniche, un’immensa cultura artistica. Un ringraziamento speciale va ai tutor interni ed esterni:  il Prof. Michele Principio, la Prof. Adele Aliperta, il Prof. Arcangelo Rianna. Ringraziamo inoltre l’Associazione “Festa delle Lucerne”, rappresentata da Nicola D’Avino, il dirigente scolastico Giuseppe Cotroneo e il sindaco di Somma Vesuviana Salvatore Di Sarno. Il nostre è stato un percorso didattico–laboratoriale che ci ha fatto crescere anche come cittadini. Durante il percorso di alternanza scuola-lavoro, ognuno di noi ha contribuito alla creazione di tali sagome, infatti, dietro a questa realizzazione c’è un perfetto lavoro di squadra sempre magistralmente diretto dal nostro amatissimo Professore Emanuele Coppola.”

Particolarmente emozionato , Nicola D’Avino ha ricordato l’amico Vincenzo De Stefano nonchè  socio dell’Associazione “Festa delle Lucerne”,elogiandone la passione per le tradizioni, l’amore per il Borgo Casamale e per la Festa delle Lucerne. “E’ con immenso piacere- ha dichiarato D’Avino-  che abbiamo accolto questo progetto e, soprattutto, siamo felici di aver dedicato queste capolavori realizzati da questi alunni al nostro amico Panettiere. Ringrazio di cuore il Preside Crotoneo, il Prof Coppola e tutti quanti hanno contribuito a realizzare queste bellissime sagome”.

Il dirigente scolastico, Giuseppe Cotroneo, si è detto pienamente orgoglioso dei propri alunni e docenti, auspicando la realizzazione di nuovi progetti di utilità comune, in grado inoltre di fare da motore per la crescita personale di ogni singolo studente.

Presenti alla cerimonia ospiti istituzionali: Salvatore Di Sarno, primo cittadino di Somma Vesuviana; Carmine Mocerino, Consigliere della Regione Campania; Gianfranco Di Sarno, Portavoce Deputato alla Camera, la consigliera Adele Aliperta, l’assessore Flora Pirozzi

«Il primo ringraziamento va agli alunni -afferma Gianfranco Di Sarno– da parte nostra c’è piena disponibilità di fronte a future iniziative che diano lustro alla città. Colgo l’occasione per invitare docenti e alunni ad una visita guidata a Montecitorio, per conoscere da vicino le istituzioni e annullare in questo modo sempre più le distanze fra la scuola e le istituzioni».

«Questa manifestazione ha avuto una forte componente emotiva -dice Carmine Mocerino– in quanto il ricordo di Vincenzo rimarrà indelebile in ognuno di noi. Innumerevoli elementi positivi: l’impegno dell’I.T.I. “E. Majorana”, fiore all’occhiello della nostra città, le tradizioni che si tramandano, la collaborazione istituzionale a tutti i livelli, comunale, regionale e nazionale. Questa è la strada da seguire».

«E’ un momento importante -conclude il sindaco Salvatore Di Sarno– per la scuola e per la città. Nessuno, più di Vincenzo de Stefano, le meritava. Vincenzo era una persona buona, l’amico di tutti: è giusto dedicarle a lui. Faccio i miei complimenti all’I.T.I. “E. Majorana” che rappresenta un motivo di vanto per la nostra città».

La cerimonia è stata moderata da Carmela D’Avino, Direttrice de “Il Mediano”.