Home Territorio Somma Vesuviana, la Scuola Media “San Giovanni Bosco-Summa Villa” in piazza per...

Somma Vesuviana, la Scuola Media “San Giovanni Bosco-Summa Villa” in piazza per ricordare la fine della Grande Guerra

540
0
CONDIVIDI

La Scuola Media “San Giovanni Bosco-Summa Villa” anche questa volta è scesa in piazza con i ragazzi per ricordare un evento importante: la fine della Prima Guerra Mondiale. Nonostante le avverse condizioni meteo e il fatto che la ricorrenza cadesse di domenica, il Dirigente Scolastico ha fermamente voluto che si desse la doverosa attenzione a questa data. 

Si è detto “ricordare” nel significato di commemorare, ricordare insieme, per dar vita a quello spirito di partecipazione collettiva che serve per vivere il presente servendosi degli insegnamenti che provengono dagli errori/orrori del passato. Le guerre si ricordano per rendere omaggio a quelle vite falciate, alle famiglie straziate, al dolore versato in nome di un nobile valore! Si ricordano per considerare, con le giovani generazioni, quanto siano lo strumento più stolto e drammatico di risolvere i conflitti!

Somma Vesuviana ha offerto il suo contributo alla Causa: tremila soldati a combattere, ottanta mutilati e centosessantatré morti.

Ormai da anni la Scuola Media approfondisce eventi, luoghi e fasi storiche riconducendole alla storia locale. Spesso si vedono gli alunni per le strade e per le piazze del paese a dar voce a storie dimenticate. Questa volta i ragazzi hanno colto il forte intreccio tra letteratura e storia, concentrandosi sull’opera di Giuseppe Ungaretti, il poeta-soldato.

La commemorazione è avvenuta accanto al monumento ai Caduti dove i ragazzi hanno declamato le poesie e eseguito l’inno di Mameli.

Il lavoro di ricerca storica inoltre continuerà “scavando” nelle origini di quei soldati sommesi, nelle loro famiglie, sperando di trovare una relazione, un legame, una parentela, una storia da raccontare.