CONDIVIDI

A Benevento cerimonia di premiazione del concorso  “Fare il Giornale nelle Scuole”, promosso dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti.

Circa 700 studenti delle scuole di ogni ordine e grado hanno partecipato alla cerimonia di premiazione del concorso “Fare il Giornale nelle Scuole” promosso dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti. Tra i gli studenti  provenienti da tutta Italia c’era  anche Somma Vesuviana, rappresentata dagli alunni  del 2° Circolo Didattico che  hanno ricevuto l’ennesimo riconoscimento di  merito per  “Legalegalità. Il giornale dei Diritti e dei Doveri”, giunto quest’anno alla sua tredicesima edizione. La cerimonia si è tenuta nel teatro Massimo di  Benevento, città d’arte e di storia, dove le scuole vincitrici, 75 su  800, sono state accolte con tutti gli onori dai vertici dell’ordine dei Giornalisti, dal Prefetto e dal sindaco di Benevento.

I piccoli giornalisti sommesi, accompagnati dalle loro docenti e dalla Dirigente scolastica, Rosaria Cetro, in un clima di incontenibile emozione, hanno ritirato la medaglia e l’attestato di merito per il bel lavoro svolto nelle loro classi nell’arco di tutto l’anno scolastico. Legalegalità, premiato negli anni  con altri prestigiosi premi, da 13 anni racconta, disegna, esprime e denuncia  disagi, ingiustizie, disservizi e problemi vissuti quotidianamente da famiglie e  bambini in una città, Somma Vesuviana, ricca di storia e di tradizioni, paesaggisticamente  suggestiva, ma poco attenta alle reali esigenze dei giovani e  dei giovanissimi, una città spesso miope di fronte ai disagi sociali.

Tema  del giornalino premiato quest’anno  è la disoccupazione, il dramma della crisi che ha portato lontano da casa molti papà, specie dalle zone periferiche,  e che fa intravedere sempre più nitidamente  l’incubo della povertà in numerose famiglie. Una cronaca, quella riportata dai bambini sommesi, reale, vera e rappresentata in modo semplice, documentata da foto e disegni. Una narrazione appassionata, capace di colorarsi di ottimismo e in grado di diventare anche appello alle istituzioni.

Il giornalismo autentico, la passione per un mestiere importante ed affascinante: particolarmente interessante è stata la riflessione fatta da Giancarlo Mazzuca, direttore de ‘Il Giorno’,  che   prendendo numerosi spunti dal suo ultimo libroIndro Montanelli. Uno straniero in patria, ha dato preziosi suggerimenti a tutti i giornalisti in erba presenti. Nell’ambito della cerimonia c’è stata anche la lettura dei due telegrammi inviati ai partecipanti dal Presidente emerito Giorgio Napolitano e dal Capo della Stato Sergio Mattarella.

La mattinata è stata molto intensa, ha favorito l’aggregazione e l’incontro tra le scuole che ha raggiunto il culmine presso il suggestivo Chiostro di San Francesco dove, davanti a una lunga tavolata, gli alunni, senza stendardi e senza etichette, come un’unica grande famiglia, hanno condiviso e gustato i buoni prodotti locali.