fbpx
lunedì, Gennaio 24, 2022

Sant’Anastasia spinge sulla differenziata: i numeri e le misure da attuare

Riceviamo e pubblichiamo dal Comune di Sant’Anastasia.

 

 

 

L’assessore Pavone: “Siamo solo all’inizio, puntiamo a far diventare
Sant’Anastasia un paese virtuoso e modello di riferimento”.
Il sindaco Carmine Esposito: “Questo grande lavoro ci consentirà nel
tempo anche di abbassare il costo complessivo della Tari e premiare i
cittadini virtuosi. Già da quest’anno avremo i primi benefici”.

Per la gestione dei Servizi di Igiene Urbana, il 2021 è un anno da
record a Sant’Anastasia, con la raccolta differenziata che schizza al
72,8%, un balzo in avanti di oltre 15 punti rispetto al passato e un
abbattimento di circa il 40% di rifiuti indifferenziati. “È il primo
anno che superiamo il 65% soglia minima stabilita dalla legge” – precisa
Pavone. La campagna di comunicazione e sensibilizzazione messa in atto
da tutto il team rafforzatosi con l’innesto di nuove Guardie Ambientali,
ha prodotto i suoi frutti, con l’incremento di tutte le ‘Materie
Nobili’, con il Multimateriale che ha superato quota 2 milioni di kg
(incremento del 50%) e Carta e Cartone che supera quota 1,5 milioni
(incremento del 35%). “Questo ha prodotto un introito supplementare di
oltre 50.000 € per l’Ente che ci ha consentito di bonificare al momento
36 siti da cui abbiamo raccolto circa 250 tonnellate di materiali
abbandonati” – specifica l’assessore. Numeri mai visti prima. E sul
fronte Isola Ecologica la ‘musica’ non cambia. Quest’anno, in totale,
sono stati raccolti oltre 800 tonnellate di materiali, con un incremento
rispetto al passato di circa il 20%. Un miglioramento dovuto al nuovo
Piano di Gestione dell’Isola. “Un sito che, dopo tante polemiche, è
finalmente fiore all’occhiello del nostro territorio – aggiunge Pavone,
che continua: “In questo nuovo anno lavoreremo sodo per migliorare
ancora la percentuale di differenziata e in particolare per potenziare
tutti i servizi di pulizia di strade, piazze e marciapiedi, con
l’introduzione di nuovi e il potenziamento degli addetti dedicati allo
spazzamento”.
Precisa, l’assessore: “Quest’anno abbiamo raccolto 223 tonnellate di
residui stradali, oltre il 30% in più rispetto al passato. Questo
significa che abbiamo lavorato meglio e di più, ma evidentemente non
basta”.

“Questo grande lavoro ci consentirà nel tempo anche di abbassare il
costo complessivo della tariffa Tari e di premiare i cittadini virtuosi.
Già da quest’anno avremo i primi benefici” – dice il sindaco Carmine
Esposito.  “Per noi la salvaguardia dell’ambiente e la tutela del
territorio sono sfide prioritarie che vogliamo vincere per dare in
eredità ai nostri figli un territorio migliore” – conclude il primo
cittadino.

Ultime notizie
Notizie correate