Home Territorio Marigliano: approvato e messo a finanziamento ex Istituto Torricelli. Sarà realizzato un...

Marigliano: approvato e messo a finanziamento ex Istituto Torricelli. Sarà realizzato un Auditorium Comunale

114
0
CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa dal gruppo “marigliano Popolare”

“Fin dall’insediamento di questa amministrazione noi di Marigliano Popolare ex UDC abbiamo proposto al Sindaco Carpino di ricercare fondi per la realizzazione di un Auditorium Comunale.

Dopo una serie di ipotesi ed incontri fu individuato il manufatto denominato ex Istituto Torricelli sito a Pontecitra. Il Sindaco Antonio Carpino vista la proposta del Consigliere Comunale Geom. Francesco Tramontano e ritenutala meritevole di accoglienza, in data 04 aprile 2017 lo delegò a collaborare a titolo gratuito e volontario a seguire le procedure di riqualificazione dell’edificio comunale ex Istituto Torricelli e a ricercare fondi per la realizzazione dell’opera.

Un primo progetto di riqualificazione dell’immobile fu redatto e presentato alla Regione Campania per essere sottoposto a finanziamento ma la regione per mancanza di risorse non lo finanziò.

Fu redatta un seconda stesura del progetto realizzata dall’ufficio tecnico comunale con la stretta e fattiva collaborazione del Consigliere Tramontano e tenuta nel cassetto in attesa di reperire fondi di finanziamento .

Visto il piano Strategico della Città Metropolitana di Napoli e ritenuto il progetto di riqualificazione dell’ex Torricelli coerente con l’azione di piano, il Sindaco Carpino presenta il progetto posizionandolo al primo posto tra quelli da sottoporre a finanziamento. Fondamentale è stato il contributo del Consigliere Metropolitano Giuseppe Jossa che ha seguito con massimo impegno tutte le fasi di approvazione del progetto.

Il nostro obbiettivo e quello di questa Amministrazione è stato quello di recuperare i fabbricati pubblici abbandonati e restituirli alla collettività, creando così sul territorio una migliore rete di infrastrutture e di servizi al cittadino, in modo da favorire e impulsare lo sviluppo delle comunità locali afferma Salvatore Tramontano coordinatore di Marigliano Popolare e prosegue dichiara.

Lo sviluppo  di una comunità dipende molto dalla capacità  delle Istituzioni locali di sfruttare eticamente e razionalmente tutte le risorse disponibili del territorio,strade, scuole,  parchi, ecc., e di saper realizzare quelle  mancanti,  senza dimenticare i luoghi dove si genera e si diffonde  la cultura.

Il comune di Marigliano  pur essendo  cresciuto  urbanisticamente negli anni,  ha conservato la sua impostazione monocentrica, in quanto gli interessi locali e la vita quotidiana dei cittadini continuano a ruotare principalmente intorno alla zona centrale, piazza Municipio e corso Umberto I, rappresentanza della città, mentre le altre zone, restano solo  luoghi di passaggio.

Una comunità che vuole crescere e svilupparsi in termini economici, strutturali e culturali, non può lasciare in stato di abbandono le zone degradate,a vantaggio delle sole zone centrali. Il giusto equilibrio sarebbe quello di spalmare equamente sul territorio, le strutture e le infrastrutture pubbliche esistenti e di progetto, in modo da dare a tutti i cittadini  pressoché le stesse chance sociali e di crescita. In questa direzione va  la scelta dell’immobile da recuperare e da destinare  ad auditorio comunale, poiché sposa in pieno questo criterio.

La localizzazione dell’auditorio comunale in via  Pontecitra, oltre ad offrire l’opportunità di recuperare un  imponente  fabbricato pubblico abbandonato, consentirà di migliorare anche l’integrazione sociale dei residenti. Il quartiere  valorizzato nel modo giusto, potrebbe anche diventare un fiore all’occhiello dell’intera città.

L’Amministrazione comunale è altresì impegnata ad eseguire un insieme di opere per il recupero ambientale del quartiere, allo scopo di migliorarne la viabilità, la pedonalità e quindi la vivibilità per i residenti.

Un migliore collegamento con le altre parti del territorio mariglianese, comporterà una maggiore permeabilità nel quartiere e più sicurezza nelle strade e negli spazi pubblici, in quanto un maggiore flusso di persone transitanti, genera una reciproca vigilanza,  naturale e continua, evitando e riducendo così,  eventuali  episodi sgradevoli.

Marigliano ha una grande tradizione per il teatro:  ospitò nel 1971  l’attore drammaturgo Leo De Berardinis e la sua compagna Perla Peragallo, che si esibirono in diversi spettacoli teatrali e  fondarono anche la compagnia“Teatro di Marigliano”, con la quale furono  divulgate le arti del teatro.
Gli artisti dell’epoca reclutati dal Maestro, senza snobismo e senza vittimismo, si esibivano uniti nella gioia di recitare. I loro spettacoli  erano graditi alle persone  di  tutti i ceti sociali.

A Marigliano, la  vocazione per il teatro  non è  andata perduta.  Oggi, vi sono varie associazioni che fanno attività teatrale amatoriale che, però, sono costrette ad esercitarla  altrove per mancanza di una struttura idonea.
L’auditorium in  progetto che sarà realizzato a Marigliano avrà una capienza di 493 posti a sedere e ci sono tutte le premesse affinché divenga un vero e proprio centro di attrazione culturale e di svago sia per la città di Marigliano, sia per i comuni limitrofi.

Chiude Salvatore Tramontano dicendo che è una grande soddisfazione per noi di Marigliano Popolare, ma la voglia di essere operosi non si è esaurita come il desiderio di vedere Marigliano crescere e catturare tutte le opportunità che verranno, di fatti non molleremo sul progetto di riqualificazione della tratta ferroviaria Cancello Torre per la realizzazione di una pista ciclabile che permette di raggiungere Torre in bici o a piedi. Un obbiettivo non facile da raggiungere, ma la politica noi la paragoniamo al calcio e alla medicina. Al calcio perché vince il gioco di squadra, alla medicina perché il medico quando cura il paziente non si può limitare a scoprire il male ma deve cercare la giusta terapia e non mollare il caso fino alla guarigione.”