FCA Pomigliano, record Panda: milionesima vettura. E spunta un piano salva occupazione

0
448

Alle 10 e 30 di sabato mattina la FCA di Pomigliano, fabbrica più medagliata del gruppo automobilistico, ha prodotto la sua milionesima Panda. Non c’è che dire: è un bel record. Soprattutto se si pensa che dal gennaio 2012, data del lancio della nuova utilitaria, la produzione è passata da poco più di 100mila vetture nel 2102 alle 207mila vetture del 2017, quelle complessivamente previste entro il prossimo 31 dicembre. Ma sullo sfondo dei primati si staglia un futuro occupazionale preoccupante. A Pomigliano infatti le nuove produzioni ( la Panda lascerà l’impianto entro il primo semestre del 2020 ) si stanno facendo attendere ben oltre i tempi dei contratti di solidarietà, che scadranno tra poco più di 8 mesi per circa 3mila dipendenti della fabbrica. Per salvare i lavoratori dai licenziamenti si sta lavorando a un’ipotesi di trasformazione organizzativa. L’ipotesi è emersa da alcuni confronti tra azienda e sindacati dell’accordo Panda: per scongiurare una drammatica crisi occupazionale i 3000 addetti delle aree B e C dell’impianto automobilistico potrebbero infatti essere tutti trasferiti in area A, dove lavorano altri 1500 addetti e dove c’è la catena di montaggio. Qui, in area A, i contratti di solidarietà potranno scadere a luglio del 2019, a differenza delle aree B e C, dove i contratti di solidarietà scadranno certamente a settembre del 2018. Il tutto in attesa di un nuovo investimento produttivo che potrebbe essere annunciato solo tra alcuni mesi. E’ quindi necessario prendere tempo con un periodo prolungato di ammortizzatori sociali, cioè con una sostanziale proroga di più di un anno dei cds. Dalle preoccupazioni ai record. La milionesima Panda prodotta a Pomigliano è l’ennesimo primato per questa vettura che dal 2012 è la più venduta in assoluto in Italia e dal 2016 la europea più venduta nel suo segmento. Destinata al mercato italiano, l’esemplare da record è una versione City Cross 1.2 da 69 CV ed è caratterizzata dalla livrea bianca e dall’aspetto di un’auto da off-road. Al nuovo record ha contribuito certamente anche lo stabilimento G. Vico di Pomigliano d’Arco che la produce, un impianto all’avanguardia che ha conquistato numerosi premi proprio a partire dal 2011 quando è stata totalmente ristrutturata per produrre la Fiat Panda. A iniziare dal 2012 quando ottiene la certificazione Silver, nell’ambito del programma World Class Manufacturing, e riceve l’Automotive Lean Production Award come miglior stabilimento d’Europa. Nel 2013 all’impianto viene riconosciuto il livello Gold. E nel 2014 arriva un nuovo riconoscimento internazionale, il Lean and Green Management Award.