fbpx
martedì, Ottobre 19, 2021

“CostellazioniAmleto”, quando Amleto va in analisi…

Di scena al teatro Piccolo del Bellini di Napoli sino a domani, domenica 28 febbraio c’è “CostellazioniAmleto”, spettacolo nato da un’idea di Carmen Pommella e Giovanni Del Prete, una produzione “Le Pecore Nere”. Il testo e la regia sono stati affidati a Giovanni Del Prete e le luci a Marco Ghidelli. In scena ritroviamo Carmen Pommella, Adriano Falivene, Orazio Cerino, Antonio Vitale, Francesca Iovine e Ettore Nigro. Assistente alla regia Sandra Caraglia.

Tra realtà, fantasia ed abbandono di sé. “CostellazioniAmleto” , spettacolo di scena al Piccolo del Bellini di Napoli sino a domani, sprigiona forti emozioni. Dal classico al contemporaneo, fino a svecchiare un’opera di un’ accesa attualità come quella shakespeariana. Amleto è un ragazzo ricco di rabbia e amore, due sentimenti che insieme sono destinati a fare danni. Il filo conduttore del testo, scritto e diretto dal regista Giovanni Del Prete, segue il leitmotiv della “vendetta”. Tuttavia, la vera chiave di rilettura è già scritta nel titolo. Le costellazioni, non un chiaro riferimento alle stelle, ma bensì una trasposizione teatrale di una seduta psicoanalitica. Attraverso le domande, Amleto rivive i suoi drammi familiari fino a divenire “doppio” e nemico di se stesso. Un personaggio emblematico che in scena, da interprete, diviene spettatore onnisciente. “CostellazioniAmleto” strizza l’occhio al teatro d’autore, con la voglia di sperimentare. La vicenda viene rivissuta all’interno di una stanza chiusa a chiave. Una psicologa ha un duplice ruolo, dirigere la “farsa”, ma al tempo stesso interpretarla per aiutare Amleto e gli altri personaggi a rivivere ed analizzare le proprie emozioni. Basta un attimo per capire lo spessore della recitazione messa in scena dai sei attori, raffinata e accorta, ma sempre naturale. Componenti fondamentali per ammaliare il pubblico e renderlo silenziosamente partecipe di ciò che accade. Sul palco pochi elementi, ma colpisce la disposizione delle “cose” animate e inanimate. Il cerchio delle costellazioni, accompagnato da luci ed ombre che calano sulla scena con le musiche tenui, tratteggiano falsamente i tratti della tranquillità. Proprio come accade nella vita reale, dove la realizzazione di uno spazio ideale viene spesso demolito dall’impossibilità di rimuovere elementi contrastanti, come il dolore che proviamo per ciò che ci accade. In questo modo ci prevarichiamo la possibilità di abbandonarci alla “soluzione” e vivere la propria vita nel superamento degli eventi. “CostellazioniAmleto” è uno spettacolo che fa riflettere sull’importanza di interrogarsi e tenere a mente di amare la propria vita, senza perdersi mai nella disperazione del passato. Il messaggio è chiaro, la follia è un luogo comune che ci costruiamo nella mente, per sfuggire ad una realtà che ci assilla. Bisognerebbe invece, costruire una realtà degna di essere vissuta abbandonando i fantasmi del passato. Una pièce adatta ad un pubblico giovane, ma anche più adulto che vuole sperimentare qualcosa di nuovo, ma senza dimenticare il bel teatro classico.

Dove: Teatro Piccolo del Bellini di Napoli
Quando: dal 23/02/2016 al 28/02/2016
Durata: 75 min
ORARI: 
MARTEDÌ, MERCOLEDÌ, GIOVEDÌ, VENERDÌ, SABATO ORE 21.15
DOMENICA ORE 18.30

 

Ultime notizie
Notizie correate