Home Cronaca Controlli dei Nas nel Napoletano: sequestrati bar, ristoranti e studi medici

Controlli dei Nas nel Napoletano: sequestrati bar, ristoranti e studi medici

466
0
CONDIVIDI

Trascorso il periodo a ridosso delle festività pasquali e dei ponti del 25 aprile e del 1° maggio, i Carabinieri del NAS di Napoli hanno continuato ad effettuare verifiche ed ispezioni, sia nel settore commerciale, quanto in quello sanitario, in Napoli e comuni della provincia:

a Napoli, in via Bisignano, i militari del NAS di Napoli hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso un’attività di lounge bar & food, a conclusione della quale hanno proceduto al sequestro amministrativo di kg 20 circa di alimenti (piatti pronti, impasto per pane/pizza e prodotti di rosticceria), risultati privi di qualsivoglia informazione utile a garantirne la rintracciabilità alimentare, di cui alla normativa europea vigente;

a Napoli, in via via Giustiniani, i Carabinieri del NAS di Napoli, hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso un locale ristorante, a conclusione della quale hanno proceduto al sequestro amministrativo di 40 kg di alimenti vari (ritagli di carne insaccata e frittate di pasta), risultati privi di qualsivoglia informazione utile a garantirne la rintracciabilità alimentare;

a Pozzuoli, a seguito di un sopralluogo presso uno studio dentistico ubicato nei pressi della Stazione della locale Metropolitana, effettuato nell’ambito di un servizio finalizzato al contrasto del fenomeno dell’abusivismo della professione medica, i Carabinieri del NAS di Napoli hanno segnalato, alle competenti autorità ed uffici, il 59enne odontotecnico S.G. ed il 65enne odontoiatra M.G. per aver, il primo, eseguito prestazioni sanitarie su un paziente, benché privo di laurea in odontoiatria e di iscrizione all’albo professionale e consentita, il secondo, la somministrazione delle predette prestazioni sanitarie. Nel medesimo contesto sono state rinvenute specialità medicinali scadute di validità che sono state sequestrate unitamente allo studio odontoiatrico, che e’ risultato privo di autorizzazione sanitaria.

a Napoli, al corso Novara, i militari del NAS di Napoli, nell’ambito della campagna nazionale di controlli nella filiera distributiva di alimenti di provenienza estera, hanno condotto una verifica igienico-sanitaria presso un supermarcato cinese, ivi operante, a conclusione della quale hanno proceduto al:

  • sequestro giudiziario di 500 (cinquecento) kg. circa di prodotti ittici e pollame, poiche’ rinvenuti in cattivo stato di conservazione;
  • sequestro sanitario complessive circa 35 confezioni, da sei pezzi ciascuna, di anatra già cotte e salate, la cui importazione dall’estero è proibita da apposite disposizioni ministeriali, in quanto trattasi di prodotti rientranti in tipologie di alimento non regolamentato dalla normativa vigente disciplinante la produzione e commercializzazione di ovoprodotti ed in quanto risulta vietata l’importazione dalla Cina e/o da altro paese terzo.

Ancora a Napoli, in via Sant’Anna dei Lombardi, i militari del NAS di Napoli, nell’ambito della campagna nazionale di controlli nel settore della ristorazione etnica, hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria presso un’attività di somministrazione ivi ubicata e riconducibile al 60enne A.M., a conclusione della quale hanno proceduto al sequestro amministrativo di circa 15 kg di alimenti vari (panini, preparati a base di carne e salse varie), risultati privi di qualsivoglia informazione utile a garantirne la rintracciabilità alimentare.