Acerra, proclamazione dei consiglieri in sordina: FdI non ce l’ha fatta. Probabile assise il 30

0
1202

Secondo indiscrezioni il primo consiglio comunale della nuova consiliatura potrebbe tenersi sabato prossimo. Raffale Lettieri verso la presidenza 

 

Risale a giovedi 21 luglio, a tre giorni fa, ma è passata praticamente in sordina la cerimonia di proclamazione dei consiglieri comunali eletti ad Acerra a seguito delle consultazioni amministrative del 12 giugno scorso. All’evento politico-istituzionale, tenuto alle tre del pomeriggio dalla commissione elettorale mandamentale, nella sala dell’assise cittadina, in municipio, si sono recati soltanto pochi neoconsiglieri, tutti della maggioranza e in gran parte quelli che per la prima volta hanno fatto ingresso in consiglio. La proclamazione peraltro è durata appena qualche minuito. Tra i consiglieri presenti si poteva distinguere la neoeletta Patrizia De Sena, della lista Lettieri. Nel frattempo, secondo autorevoli indiscrezioni, pare che il primo consiglio comunale della nuova consiliatura del neosindaco Tito D’Errico, 59 anni, medico reumatologo, possa tenersi sabato prossimo, 30 luglio. Un’assemblea cittadina che per la prima volta farà registrare l’assenza del PD, letteralmente sprofondato nel vuoto di consenso locale. Ma da queste parti anche la destra se la passa davvero male. Fino all’ultimo momento il candidato a sindaco di Fratelli d’Italia, Vincenzo Crimaldi, aveva sperato nel suo ingresso in consiglio. I seguaci acerrani di Giorgia Meloni erano quasi convinti di poter strappare almeno un seggio alla compagine di opposizione, sostenuta da M5S e PD, quella guidata da Andrea Piatto. Un convincimento nato sulla base di un calcolo che alla fine si è rivelato fallace. A ogni modo queste elezioni acerrane sono state un vero de profundis per tutto il sistema dei partiti. Solo Azione di Carlo Calenda, compagine di maggioranza, e il Movimento Cinque Stelle di Giuseppe Conte, in minoranza, hanno ottenuto l’accesso all’assemblea. Comunque disporranno di appena un consigliere ciascuno. Per il resto l’unica forza che risulta contare più di tutte le altre nella nuova assise è quella del sindaco uscente, Raffaele Lettieri, per dieci anni di fila, dal 2012, primo cittadino di Acerra. Il geometra edile, 52 anni, diventerà il prossimo presidente del consiglio comunale da esponente della lista civica che porta il suo nome. Ecco intanto l’elenco dei consiglieri proclamati con i voti ottenuti. Maggioranza 15: Raffaele Lettieri (2508), Francesca La Montagna (458), Patrizia De Sena (428), Aquilino Gallo (407), Pino Puopolo (771), Vincenzo Iorio (672), Nicola D’Onofrio (870), Filippo Di Marco (797), Paolo Rea (703), Maria De Rosa (612), Milena Petrella (811), Gianfranco Russo (407), Antonio Laudando (864), Domenico Zito (490) e Giulio Stompanato (876). Opposizione 9: Andrea Piatto, Salvatore Maietta (801), Giuseppe Casoria (190), Domenico Catapane (778), Vincenzo De Maria (316), Antonio Nocera (222), Carmela Auriemma (692), Fausto La Montagna (286) e Salvatore Messina (214).