fbpx
martedì, Novembre 30, 2021

Marigliano, cade l’amministrazione Sodano

Termina anticipatamente la consiliatura di centro destra guidata dal sindaco Antonio Sodano: a firmare le dimissioni, diciassette consiglieri, tra cui cinque del suo stesso partito.

Punto di non ritorno per l’amministrazione Sodano. Ieri pomeriggio diciassette consiglieri ne hanno decretato la fine firmando, alla presenza di un notaio, le dimissioni. Si chiude così in anticipo l’esperienza del centro destra, che avrebbe dovuto guidare la città fino alla primavera del 2014.

Le firme sono state protocollate già nella giornata di ieri dal presidente del Consiglio: tra i firmatari, anche gli esponenti del Pdl Michele Cerciello, Raffaele Vacca, Andrea Del Giudice, Emanuele Perna e Michelangelo Mocerino. Tra i dissidenti dell’opposizione, invece, decisive sono state le firme degli esponenti dell’Udc e del Pd (Nello La Gala, Luigi Amato, Sebastiano Sorrentino, Giuseppe Iossa, Vincenzo Esposito). Si chiude così l’esperienza dell’amministrazione Sodano, già da tempo in situazione di stallo. Proprio nelle scorse settimane la maggioranza, già in contrasto con i dissidenti dello stesso partito di Sodano, aveva fatto richiesta – non accettata dal primo cittadino – di azzeramento della Giunta per tentare di dare una svolta decisiva alla situazione.

Soluzione in extremis che non ha impedito ai 17 consiglieri di porre le firme per le dimissioni. Secondo la nota rilasciata dal comune, si attende adesso l’intervento di un commissario prefettizio. Serena l’atmosfera nelle file del Pd, che intende proseguire il lavoro con maggiore decisione: “ In tutti casi – dichiara l’ex consigliere Nello La Gala – la priorità non cambia: costruire per Marigliano il futuro che non ha mai avuto, nel segno dello sviluppo, dell’occupazione, della garanzia dei diritti e delle responsabilità, della sostenibilità ambientale”.

Ultime notizie
Notizie correate