CONDIVIDI

Si è svolta l’audizione in Terza Commissione consiliare del Consiglio Regionale della Campania relativa alla Vertenza Auchan/Conad che vede coinvolti circa 18.000 lavoratori a livello nazionale, a seguito dell’acquisizione dell’Auchan Italia da parte di Conad. In Campania la vertenza riguarda circa 800 lavoratori diretti che sommati all’indotto arrivano a circa 1400. Purtroppo, sebbene convocate, al tavolo mancavano le aziende. Si è dovuta registrare anche l’assenza del Governo Regionale. Le Organizzazioni Sindacali di categoria UILTuCS e Filcams della Campania hanno rappresentato ai componenti della commissione l’attuale situazione ed il grave rischio cui sono esposti i lavoratori dei 4 ipermercati siti tutti nell’area metropolitana di Napoli (Mugnano, Giugliano, Pompei e Nola). “I sindacati a livello nazionale hanno chiesto un aggiornamento del tavolo al Ministero dello Sviluppo Economico. Crediamo  – dichiara Giuseppe Silvestro, segretario generale della Uiltucs Campania –  che sia doverosa la presenza a quel tavolo degli esponenti della Giunta Regionale per il potenziale gravissimo rischio occupazionale che la vertenza rischia di generare sul nostro territorio. Si parla di pesanti riduzioni, di circa il 50% e, addirittura per l’iper di Nola, al momento non si conosce il destino di tutto il punto vendita. Ricordiamo che le licenze di esercizio superiori ai 5000 mq sono regolarizzate dalla Regione che non può assistere inerte all’ennesimo smembramento della rete distributiva in Campania che potrebbe comportare perdita di occupazione e di diritti per i lavoratori. È chiaro – conclude Giuseppe Silvestro –  che come abbiamo fatto poche settimane fa, in caso di mancate risposte noi non potremo che andare avanti anche con significative iniziative di lotta”.