fbpx
domenica, Ottobre 17, 2021

Somma Vesuviana, querelle «Casaraia»: il Tar accoglie istanza residenti e concede sospensiva

La settima sezione del Tar Campania si è pronunciata con un decreto sul ricorso presentato da undici residenti contro il Comune di Somma Vesuviana (leggi qui), disponendo la sospensione dell’efficacia della determina 268 del 4 giugno scorso e fissando la discussione in camera di consiglio il prossimo 11 settembre.

La determina della quale parliamo istituiva un senso unico alternato alla II Traversa Casaraia per accesso a parcheggio pubblico e affidava i lavori.

«Ritenuto sussistente il pregiudizio di estrema gravità ed urgenza configurabile nell’irreversibile mutamento dello stato dei luoghi derivante dalla esecuzione delle gravate delibere, specie in ragione della esiguità del termine previsto per la consegna dei lavori ( 20 giorni); Considerato che, nelle more della valutazione collegiale dei rilievi sulla titolarità privata dell’area e sulla inidoneità al pubblico transito della stradina di cui si controverte (anche alla stregua delle criticità rilevate nella nota della polizia municipale del 26.6.2018 n. 2395 ) , appare opportuno mantenere la res adhuc integra disponendo la sospensione della esecuzione dei gravati atti sino alla trattazione collegiale della istanza cautelare, per la quale può essere fissata sin da ora la camera di consiglio del 11 settembre 2018» – recita il decreto, con data di ieri 25 luglio 2018, della settima sezione del Tribunale Amministrativo della Campania.

Al momento il Comune di Somma Vesuviana non risulta costituito in giudizio, in ogni caso il passaggio contenuto nel decreto “appare opportuno mantenere la res adhuc» significa in parole povere che la situazione, fino a metà settembre, dovrà rimanere esattamente com’è e che tutto quanto disposto dalla determina suddetta è per ora inattuabile.

Daniela Spadaro
Giornalista professionista
Ultime notizie
Notizie correate