fbpx
lunedì, Gennaio 24, 2022

Rifiuti, a San Vitaliano presidio degli operai licenziati da Ambiente Spa

Sono arrivati intorno alle 10 fuori alla fabbrica dove hanno lavorato fino al 2016, anno in cui sono stati licenziati. Tre ex operai di Ambiente Spa, società che a San Vitaliano si occupa di trattamento dei rifiuti, ieri mattina hanno distribuito volantini agli autisti che si avvicendavano con i loro tir carichi di rifiuti. A supportarli sono arrivati i lavoratori licenziati dalla Fiat Chrysler e i volontari del Collettivo 48ohm di Pomigliano d’Arco.

Pesanti le accuse riportate sugli stampati. Antonio, Sebastiano e Pellegrino parlano di “confinamenti” e “ricatti” di cui sarebbero stati vittima prima che l’azienda decidesse di troncare il rapporto di lavoro, chiuso due anni fa complessivamente con otto dipendenti. «In relazione al processo di trasformazione tecnologica con la conseguente automazione delle attività aziendali, ci siamo visti costretti ad instaurare una procedura di mobilità», scriveva Ambiente nelle lettere datate 18 febbraio 2016. I lavoratori presentarono ricorso contro il licenziamento, da loro ritenuto illegittimo: solo per tre  la vertenza sta andando avanti ed è ancora in corso il processo del lavoro, con gli altri cinque è stato raggiunto un accordo in fase di conciliazione.

Numerosi i camion ieri incolonnati, in attesa di entrare nell’impianto per scaricare i rifiuti che trasportavano. “Io sono qui dalle 7, sto aspettando da 3 ore, ed è sempre così”, ha raccontato un autista proveniente da Corbara, dipendente di una ditta salernitana. Il carico di un altro tir era composto da materassi danneggiati che non presentavano alcuna copertura. “C’era un telo, l’ho tolto io per anticipare i tempi”, ha detto il conducente, che ha riferito di lavorare per un’azienda di Torre del Greco. Il suo autocarro portava la stessa targa di un vano sganciato e lasciato in sosta pochi metri prima: era pieno di rifiuti e da un angolo scorreva del liquido che sembrava, da odore e colore, percolato. Dall’altro lato della strada dei contadini erano impegnati nella lavorazione di campi agricoli. Tra i mezzi in fila anche quelli di alcune delle società (B.Energy Spa e Planetaria Srl) citate in giudizio nel processo del lavoro in cui si sta discutendo del licenziamento dei tre ex operai di Ambiente.

“Chiediamo alla politica locale e regionale, ai sindaci dei comuni di San Vitaliano e Marigliano, al sindaco della Città metropolitana, agli assessori regionali all’ambiente e al lavoro di intervenire con tutti i mezzi a loro disposizione per fare luce su questa vicenda”, è l’appello dei tre ex operai, uno dei quali ha problemi di salute seri. Terminato il presidio fuori alla fabbrica, si sono poi spostati all’esterno del Comune di Marigliano per distribuire gli stampati. “Fate una riunione, chiedete un tavolo e fatemi sapere, vengo pure io”, è stata la risposta dell’assessore del Comune di Marigliano Raffaele Coppola, mentre si accingeva a entrare del municipio. Poi ha aggiunto: “Chiamate i parlamentari”.

Ultime notizie
Notizie correate