fbpx
martedì, Ottobre 19, 2021

Quando uno spettacolo tira l’altro…

Musica e risate a volontà, ma anche piecè e classici d’autore! Queste le premesse di un nuovo fine settimana a teatro. Gli spettacoli in scena nella nostra regione regalano l’atmosfera giusta per vivere un weekend emozionante. Non ci resta che aprire il sipario…

Iniziamo dalla provincia di Napoli.

Prosegue all’Auditorium di Saviano la XII edizione della rassegna “Città di Saviano – Premio Carmine Mensorio”. A concludere la prima parte di questa kermesse ci penserà la compagnia Summa Villa guidata dalla regista Maria Acanfora. Questa domenica alle ore 18.00 infatti, gli attori porteranno in scena un classico di Eduardo Scarpetta “Miseria e nobiltà”.

Stasera al Summarte di Somma Vesuviana, nuovo appuntamento con la rassegna musicale curata dal batterista Elio Coppola “Jazz&Baccalà”. Sul palcoscenico saliranno Javier Girotto, sassofonista argentino conosciuto in tutto il mondo e il Mario Nappi Trio, un gruppo giovane, ma apprezzato nel settore, composto da Mario Nappi al pianoforte, Corrado Cirillo al contrabbaso e Luca Mignano alla batteria. La kermesse, giunta alla sua seconda edizione ed organizzata in collaborazione con l’associazione Musicology, ha lo scopo di fondere la musica jazz con l’eccellenza enogastronica del territorio, grazie alla preparazione di piatti a base di baccalà cucinati dallo chef di 800 Borbonico.

Ci spostiamo nella terra d’origine di Massimo Troisi. A San Giorgio a Cremano al Centro Teatro Spazio andrà in scena un testo scritto da Angela Matassa e Giovanna Castellano, diretto da Vincenzo Borrelli e interpretato da Ivan Improta ed Elena Erardi,“Festa di compleanno”. La vicenda inizia quando il protagonista, Fabrizio, è solo davanti a una torta. Si sente della madre che ripete gli auguri che gli faceva da bambino. L’uomo sorride e sistema quaranta candeline. Da qui inizia il racconto ricco di dolcezze, ricordi, tenerezze, ma anche di asti, opposizioni e dolore.

Là dove sorge il museo della maschera più amata dai napoletani, Pulcinella, ci si prepara ad un weekend tutto da ridere. Al teatro Italia di Acerra arriva Biagio Izzo in “L’amico del Cuore” commedia scritta e diretta da Vincenzo Salemme. Il protagonista, Roberto Cordova deve subire un trapianto cardiaco con poche probabilità di sopravvivenza. Un’occasione di rivalsa nei riguardi dell’amico più fortunato, l’amico del cuore, Michelino, che ai suoi occhi appare un uomo di successo per di più sposato con una donna bellissima. Così Roberto chiede a Michelino, come ultimo desiderio, di andare a letto con sua moglie.

Domani alla Sala Ichos di San Giovanni a Teduccio sarà in scena Lalla Esposito in “Smile. La tua via in 35 mm”, un recital dedicato alle più belle colonne sonore che hanno fatto la storia del cinema.

Ci spostiamo a Napoli

Giunge per la prima volta in Italia “Gospodin” del drammaturgo tedesco Philipp Löhle di scena al Bellini fino a domenica. Lo spettacolo a cura del Goethe Institut e tradotto da Alessandra Griffoni vede nei panni del protagonista Claudio Santamaria con la regia di Giorgio Barberio Corsetti. Gospodin è un anti-eroe. Vive rifiutando il concetto di denaro e trascorre la vita portando a passeggio il suo lama. Un’esistenza tranquilla, insomma, fino a quando Greenpeace non gli sottrae l’animale, la sua fidanzata non lo molla e il suo migliore amico, un sedicente artista contemporaneo in cerca di materiale per creare la sua installazione, non si appropria dei suoi obsoleti elettrodomestici.

Al Piccolo del Bellini invece, ritorna per il secondo anno consecutivo, Some Gil(s) di Neil LaBute. Una pièce del 2005 in cui il protagonista Guy prima di sposarsi, decide di incontrare una ad una le ex più importanti della sua vita. Così in 4 stanze d’albergo si troverà di fronte dalla fidanzatina del Liceo al suo ultimo grande amore.

Fitto il cartellone dello Stabile. Cominciamo dal Mercadante dove sarà di scena sino a fine mese “La Signorina Giulia” tragedia in un atto unico scritta nel 1888 dal drammaturgo svedese August Strindberg. Questa versione vedrà sul palcoscenico un cast tutto italiano diretto dal regista Cristián Plana.Per il contenuto e il drammatico epilogo, l’opera fu oggetto di scandalo nella società puritana e conformista dell’epoca. Il testo affronta la doppia tematica dell’interazione tra classi sociali differenti e tra il genere maschile e quello femminile.

Al Ridotto del Mercadante invece, sino a questa domenica sarà di scena “La Reggente” è il primo spettacolo prodotto dal Teatro Stabile in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Napoli. Il testo di Fortunato Calvino racconta la storia di un potere malavitoso al femminile.

Nel cuore del teatro che tanto fu caro ad Eduardo, il San Ferdinando, si andrà in scena con “Dalla parte di Zeno” testo scritto da Valeria Parrella e diretto da Andrea Renzi.Un lavoro che strizza l’occhio al romanzo di Italo Svevo “La coscienza di Zeno”, ma riproponendo sul palcoscenico una chiave moderna, fresca e più attuale.

All’Augusteo si consumano gli ultimi giorni della messa in scena de “Il principe abusivo” fortunatissima commedia di Alessandro Siani, che ha visto sul palcoscenico Christian De Sica.

Ci spostiamo al Vomero. Il Diana propone fino a martedì “Servo per due” tradotto e adattato da Pierfrancesco Favino, Paolo Sassanelli, Marit Nissen e Simonetta Solder. Lo spettacolo è una riflessione diversa su un classico del teatro, ossia Il servitore di due padroni di Carlo Goldoni, ma che si avvicina di più all’adattamento del noto commediografo inglese Richard Bean riproposto nella versione italiana.

L’Avanspettacolo era un sogno, anzi il sogno di una compagnia teatrale di uscire dai bassifondi del piccolo cabaret ed approdare ai grandi teatri. Cantanti,ballerine, musicisti e soprattutto comici con i loro bauli pieni di vestiti,parrucche,cappelli in giro per l’Italia, senza soldi, senza un lavoro ma con una grandissima voglia di far ridere, far ridere appassionatamente! Da qui l’idea di Giorgio Gori e Guglielmo Capasso di scrivere “Appassionatamente Comici” di scena al Bolivar sino a domenica.

Michele Placido sarà al Cilea sino a domenica con il suo “Serata d’onore, spettacolo in cui sarà accompagnato da Gianluigi Esposito e Antonio Saturno, ospite d’eccezione Maria Nazionale. Il grande maestro del teatro e del cinema interpreterà poesie e monologhi di grandi personaggi come Dante, Neruda, Montale, D’annunzio e non mancheranno i versi dei più importanti poeti e scrittori napoletani come Salvatore Di Giacomo, Raffaele Viviani e molti altri.

Scopriamo cosa c’è in scena nel resto della nostra regione.

Ad Avellino ed in particolare al Carlo Gesualdo sino a domenica si potrà assistere a “Storie di Claudia” in scena per la regia di Giampiero Solari. Ad esibirsi una splendida Claudia Gerini, affiancata da un corpo di ballo composto da 6 ballerini e musica dal vivo.

Al Teatro Civico 14 di Caserta per la rassegna Sciapò la compagnia Baracca dei Buffoni, riconosciuta dal MIBACT, debutta questa sera con il nuovo spettacolo “Come una bestia!” liberamente tratto da “Sei una bestia, Viskovitz!” di Alessandro Boffa, regia di Orazio De Rosa, con Antonio Perna. La compagnia replicherà anche sabato e domenica, ma spostandosi al Teatro A’ Casarella di Arzano.

Infine andiamo a Salerno e qui ci poniamo una riflessione: chi l’ha detto che c’è bisogno di un teatro per fare teatro? Il LuNa Vegana, primo risto-pub 100% vegetariano stasera propone un nuovo spettacolo musicale dal titolo “La Sindrome di Stendhal”. A salire sul palcoscenico un gruppo di sei ragazzi uniti dall’amore per la musica, che proporrà un repertorio dal blues al soul italiano, fino al rockabily. Una serata magica per rivivere i grandi successi musicali degli ultimi anni.

Ultime notizie
Notizie correate