Home Prima pagina Ospedale del Mare a Ponticelli preda degli incivili. Primi vandalismi: distrutte attrezzature...

Ospedale del Mare a Ponticelli preda degli incivili. Primi vandalismi: distrutte attrezzature moderne. Sporcizia ovunque

1876
0
CONDIVIDI

< Devono averlo fatto o ieri sera o stanotte. Qui nessuno sorveglia. Tutti fanno finta di niente. Le guardie che stanno proprio a pochi metri, di fronte, non fanno nulla per mandare via i vandali e per far rispettare la pulizia >. A parlare è un uomo anziano seduto sotto la pensilina attrezzata realizzata un anno e mezzo fa sull’isola pedonale che sta davanti all’ingresso dell’Ospedale del Mare. L’uomo sta commentando insieme a un’altra persona quello che è sotto i suoi occhi: una modernissima quanto costosa poltroncina girevole fatta in mille pezzi. Era stata piazzata là insieme ad altre per rendere confortevole e piena di vita l’isola. Ma qualcuno stanotte l’ha distrutta. Intanto tutt’intorno carte e plastiche insozzano il pavimento. Immondizia ovunque. L’isola pedonale dell’Ospedale del Mare era stata immaginata dai progettisti  proprio per rendere molto vivibile non solo l’ospedale ma anche l’area terribilmente degradata sia sotto il profilo strutturale che culturale in cui si trova: viale delle Metamorfosi con il suo Lotto Zero, 1100 alloggi abitati da gente in gran parte meno abbiente, un alveare che la camorra dello spaccio e delle estorsioni ha trasformato in uno dei suoi capisaldi.  Nel frattempo le attrezzature del presidio sanitario sono seriamente minacciate. Non si sa proprio se potranno durare ancora soltanto un mese appena. E i controlli sono inesistenti mentre la gente ha paura di parlare, di far rispettare ciò che è di tutti, un patrimonio unico in questo deserto di degrado e abbandono.