CONDIVIDI

Lunedì 30 luglio alle 19:30 nel Giardino della Casa del Popolo nel borgo murato si terrà la presentazione del libro La Festa delle lucerne a Somma Vesuviana – Testimonianze, interpretazioni, proposte, a cura di Ciro Raia, Edizioni Scientifiche Italiane.

 

Lunedì 30 luglio alle 19:30 nel Giardino della Casa del Popolo nel borgo murato si terrà la presentazione del libro La Festa delle lucerne a Somma Vesuviana – Testimonianze, interpretazioni, proposte, a cura di Ciro Raia, Edizioni Scientifiche Italiane, II Quaderno dell’IRESCOL (Istituto Regionale Studi Comunità Locali).  Si  tratta di un volumetto agile e snello, che raccoglie contributi importanti e significativi di vari studiosi e alcuni ricordi della festa delle lucerne vissuta anni fa da personaggi importanti come Ginette Herry, Eleonora Puntillo, Aldo Vella, Tommaso Sodano, Corrado Sfogli della NCCP e l’ex presidente del Parco Ugo Leone. Altri meritevoli contributi saranno offerti dal curatore del libro Ciro Raia, Domenico Parisi, Francesco Di Lorenzo, il giornalista Luigi Iovino, gli antropologi Gianni Pizza ed Enzo Esposito, Arcangelo Rianna. Tra i contributi spicca un testo del compianto Nino D’Ambrosio, cui si deve l’apparato scenico che dagli anni Settanta del Novecento regola questa festa. La prefazione spetta, invece, al prof. Guido D’Agostino, presidente dell’Istituto Campano per la storia della Resistenza. Parte del ricavato della vendita di questa pubblicazione sarà destinata al recupero del cospicuo corpus delle edicole votive del Casamale. Coordinerà la serata il prof. Ciro Raia. Con la pubblicazione di questo secondo fascicolo dedicato alla festa quadriennale delle lucerne, riprende il filo di un discorso e di un percorso iniziato un bel po’ di tempo fa attraverso la pubblicazione periodica di Le Radici & il Futuro”, come afferma il prof. Guido D’Agostino.  Con i Quaderni tornano i contributi e le riflessioni riguardanti storia, e studi in genere, con oggetto i Comuni e le Comunità locali, secondo lo spirito e la missione che anima l’associazione Irescol, oggi guidata da Ciro Raia, con la passione e la competenza che mette in ogni cosa. Il lettore avrà comunque modo di inoltrarsi con gusto nella lettura – conclude D’Agostino – e ovviamente valuterà il lavoro comune che qui si è inteso realizzare e proporre.