CONDIVIDI

I Carabinieri della stazione di Marigliano hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia e lesioni un 26enne del posto già noto alle Forze dell’Ordine. Ad allertare i Carabinieri l’ex convivente 23enne, vittima di una violenta aggressione costatale un trauma cranico ritenuto guaribile in 21 giorni.

Secondo quanto ricostruito, il 26enne, già destinatario della misura del divieto di avvicinamento alla donna, aveva raggiunto quest’ultima nella sua abitazione.

L’uomo ha preteso che le querele presentate contro di lui, tutte per lesioni e maltrattamenti, fossero ritirate e all’ennesimo rifiuto ha colpito la 23enne con un pugno al volto.
Approfittando dell’incapacità di reagire della donna,  ha afferrato i due figli minori ed è fuggito via. I carabinieri intervenuti l’hanno bloccato per strada, poco distante dall’abitazione dell’ex convivente.

Arrestato, il 26enne è stato tradotto al carcere di Poggioreale. I minori sono stati riaffidati alla madre.