Marigliano, morto padre che ha ucciso figlia: mesi di sofferenze dietro l’atrocità

0
1394

Un dramma nel dramma quello avvenuta questa mattina a Marigliano. Un uomo ha ucciso la figlia e poi ha tentato il suicidio subito dopo ferendosi con un colpo d’arma da fuoco.

La notizia è di pochi minuti fa: l’89enne, purtroppo, non ce l’ha fatta. Deceduto all’Ospedale Del Mare presso cui era stato trasportato d’urgenza, l’uomo è morto per la grave ferita procuratasi con un unico colpo d’arma da fuoco, nonostante l’intervento quasi immediato dei medici che hanno tentato il tutto per tutto.

Una vicenda che sa tristezza quella vissuta da padre e figlia (56 anni) nella loro casa situata a via Veneto. L’unico movente che finora i Carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna avrebbero ipotizzato per l’omicidio-suicidio di questa mattina è la malattia di cui la donna soffriva, l’Alzheimer, e la tristezza di un padre costretto a vedere la figlia in determinate condizioni. Nonostante le indagini siano ancora in corso, tutto porta all’azione dell’uomo che prima ha ucciso la figlia e poi ha puntato l’arma contro la propria testa decidendo di farla finita.