Madonna dell’Arco, addio a padre Eugenio, avrebbe compiuto 100 anni tra qualche giorno

0
5842
padre Eugenio

L’addio al primo parroco di Madonna dell’Arco, era nella RSA domenicana da dicembre scorso. 

Tra solo nove giorni avrebbe compiuto cento anni padre Eugenio, ma non potrà esserci a quella festa che la comunità domenicana stava preparando per lui. Lucidissimo fino all’ultimo istante, brillante, sagace e molto amato, il sacerdote si è spento nella residenza sanitaria per anziani di Madonna dell’Arco. Padre Eugenio era nato con il nome di Gildo Giovanniello l’11 marzo del 1022 a Petruro, in provincia di Avellino. Entrò nella scuola apostolica di Madonna dell’Arco a soli 13 anni e quattro anni più tardi prese l’abito domenicano, sigillando la sua consacrazione nell’Ordine a novembre del 1943. Fu lui il primo parroco del Santuario di Madonna dell’Arco, nonché maestro degli studenti a Bari, parroco di Sant’Antonio a Posillipo e, per più di venti anni assistente religioso del personale del corpo nazionale dei Vigili del Fuoco. «Padre Eugenio è andato via nel giorno del mercoledì delle Ceneri, quello in cui Cristo ci ricorda attraverso la chiesa che siamo polvere e che è necessaria la conversione al suo Vangelo – dice padre Gianpaolo Pagano, priore del Santuario di Madonna dell’Arco – chiamato dal Padre nove giorni prima di un singolare traguardo centenario. Il dispiacere del distacco e l’angoscia per la sua morte sono superati dalla fede nella resurrezione». I suoi confratelli lo ricordano per il fine umorismo, per la battuta pronta e la lucida ironia conservata fino all’ultimo istante, per la gioia con la quale accolse lo scorso anno i festeggiamenti per il traguardo dei 99 anni di età. Era pronta per celebrare il secolo una cerimonia più grande che avrebbe visto la reunion di parenti, amici, istituzioni, una sorpresa che sicuramente gli avrebbe strappato l’ennesimo dei sorrisi che non ha mai lesinato.