fbpx
domenica, Dicembre 5, 2021

Sant’Anastasia. Gli abitanti del Boschetto denunciano fastidiosi olezzi notturni

Aria irrespirabile che provoca bruciore agli occhi ed alla gola: raccolte le firme per denunciare il disagio che si ripete da due anni nei periodi della stagione più calda. Il sindaco Esposito:”Coinvolgeremo gli altri Enti per venire a capo del problema”.

Un esposto contro ignoti per segnalare gli sgradevoli olezzi notturni che costringono intere famiglie a restare chiuse in casa nonostante il caldo asfissiante di queste ultime settimane.

È quanto è stato presentato da un abitante della località Boschetto che ha indirizzato il documento al Comando dei Carabinieri di Sant’Anastasia, alla Procura della Repubblica di Nola e, per conoscenza, all’ASL – Distretto 71, al sindaco di Sant’Anastasia ed al Servizio di Emergenza Ambientale. Nello specifico, si rende noto che ormai da un paio di anni in concomitanza con la stagione estiva, ogni notte (dall’una alle tre), entra nelle diverse abitazioni «un’aria irrespirabile che provoca bruciore agli occhi ed alla gola, sia agli adulti che ai ragazzi, che talvolta sono stati colti da malore».

«L’afflusso d’aria – si legge dall’esposto – non è visibile come fumo ma contiene probabilmente sostanze tossiche rilasciate o da qualche lavorazione di aziende della zona o da qualche sversamento abusivo nelle campagne (ritengo illecitamente perché avviene solo di notte). Per tutelare la salute dei miei familiari sono costretto a chiudere ermeticamente le imposte ed i balconi sottopendoli ad un caldo asfissiante che provoca altrettante sofferenze e malori, si spera meno dannosi per la salute». Nel documento il cittadino residente in località Boschetto sottolinea che spesso ha dovuto contattare la stazione locale dei Carabinieri locale ed il 1515 del servizio di emergenza ambientale con il risultato che «i primi qualche volta hanno risposto che avrebbero mandato una pattuglia a controllare, i secondi invece non avevano unità che potessero intervenire in zona».

L’esposto, inoltre, è accompagnato da una raccolta firme di cittadini che vivono lo stesso disagio. A fronte di tale segnalazione, abbiamo ascoltato il primo cittadino anastasiano, Carmine Esposito, che ci ha dichiarato testuale: «Ci fa piacere che un concittadino segnali disservizi che riguardano aspetti della salute pubblica e dell’ambiente. Metteremo in campo le azioni amministrative più efficaci per capire che cosa succede rispetto a questo esposto e sicuramente coinvolgeremo gli altri Enti per venire a capo del problema. Intanto ringrazio l’esponente ed i firmatari di questo documento e siamo disponibili ad avere con loro degli incontri per discutere su questa questione». 

Rita Terracciano
Giornalista pubblicista
Ultime notizie
Notizie correate