CONDIVIDI

Quattro consiglierid el pd confermano fiducia al capogruppo Esposito e auspicano uan dialettica costruttiva tra le parti.

I sottoscritti Consiglieri Comunali del Partito Democratico di Pomigliano d’Arco Antonio Della Ratta, Onofrio Piccolo, Giuseppe Picozzi, Vincenzo Violante, nell’esprimere pieno sostegno al Capogruppo Consiliare Giuseppe Esposito, manifestano grande preoccupazione e costernazione per il contenuto della lettera inviata da tre Consiglieri Comunali del Gruppo PD. E’ quantomeno singolare, infatti, che tale comunicazione arrivi nel pieno della delicata fase pre-congressuale che sta vivendo il PD, sia a livello provinciale che locale, ma soprattutto è imbarazzante che colleghi di esperienza e di riconosciuta professionalità si prestino a mistificazioni e strumentalizzazioni di tal genere, pur di eseguire decisioni precostituite.

In questa consiliatura, caratterizzata da una difficile condizione socio-economica della nostra città, da una situazione politico-amministrativa ancora pesantemente condizionata dalle divisioni e dalle vicende legate alla sconfitta elettorale, da una maggioranza consiliare non all’altezza del compito, dalle difficoltà interne del circolo del Partito Democratico che in questi ultimi due anni non hanno consentito un serio e sereno dibattito interno e conseguentemente l’avvio di una fase nuova per il centrosinistra in città, l’azione del gruppo del Gruppo Consiliare guidato da Giuseppe Esposito si è svolta nel pieno rispetto delle prerogative dei singoli consiglieri, ricercando strenuamente una linea comune di azione, ma consentendo allo stesso tempo anche spazio a posizioni di singoli consiglieri, politicamente motivate.

Nonostante ciò, è necessario sottolineare il costante tentativo di alcuni consiglieri di non consentire, in maniera strumentale, un’azione democratica ed unitaria del gruppo, ricorrendo a meschini sotterfugi, ad azioni scorrette e disertando spesso con sistematicità le riunioni del Gruppo Consiliare, cercando di delegittimarne le posizioni. Ad esempio l’immotivata e clandestina presenza di qualche Consigliere in sedute di Commissione Consiliare, nonostante l’attuale sospensione di tutte le attività amministrative. Non ultimo l’episodio che li ha visti avallare e sostenere il comportamento di chi ha impedito lo svolgimento di un’importante riunione del Gruppo Consiliare, non consentendo l’ingresso del Gruppo nella sede.

Riunione svoltasi poi normalmente in altra sede, ma con l’assenza voluta e strumentale dei soliti consiglieri. In tale riunione, così come chiarito in una recente conferenza stampa, il Gruppo Consiliare ha discusso sui tempi e sulle modalità dell’eventuale rientro in Consiglio Comunale, sulla base delle azioni che il Presidente del Consiglio Comunale ha dichiarato di voler intraprendere per la tutela delle regole democratiche in Consiglio, così come richiesto dal Gruppo Consiliare all’atto della sospensione della partecipazione alle attività amministrative. Nel confermare la nostra fiducia al Capogruppo Esposito e rammaricati da quanto sta accadendo, si fa appello al buon senso ed alla sensibilità dei colleghi consiglieri per un ritorno ad una dialettica costruttiva, finalizzata al rilancio dell’azione del Partito Democratico ed alla ricostruzione del centrosinistra cittadino.