CONDIVIDI

L’operazione dei carabinieri contro i clan Saeno, Ianuale e Rega. Tra San Vitaliano e Saviano sette arresti per furto.

A Castello di Cisterna i carabinieri della locale aliquota operativa, hanno eseguito un’attività di contrasto ai clan camorristici “Sarno”, “Ianuale” e “Rega”, operanti in zona, con perquisizioni per blocchi di edifici nel complesso di edilizia popolare “219”, rinvenendo, nei locali comuni (vano ascensore e lastrico solare) di una palazzina su via De Curtis, edificio 7, scala t, una pistola calibro 9×21, con matricola abrasa, una busta in cellophane contenente 1,5 kg di marjuana e una busta in cellophane contenente 102 grammi di cocaina. Tutto il materiale è stato sequestrato.

A San Vitaliano i carabinieri della locale stazione insieme a colleghi dell’aliquota radiomobile di Castello di Cisterna hanno tratto in arresto in flagranza Gilardo Napolitano, 35 anni, residente a Cicciano in via Starza, Gabriel Luta, rumeno, 21 anni e Lucian Memet, rumeno, 33enne, entrambi domiciliati a Casalnuovo in via Salice, e Mariana Ionescu, rumena, 28enne, domiciliata a Casalnuovo. Tutti già noti alle forze dell’ordine.
I militari dell’arma hanno bloccato i predetti all’interno della ditta Italmetalli in via Ponte delle Tavole mentre rubavano materiale ferroso e nel corso di perquisizione li hanno trovati in possesso di attrezzi atti allo scasso. La refurtiva è stata recuperata e restituita al proprietario. Gli arrestati sono in attesa di rito direttissimo.

A Saviano i carabinieri della locale stazione hanno arrestato per furto aggravato Lorenzo Fuschillo, 24 anni, residente in via Fressuriello, già noto alle forze dell’ordien, Giovanni Franzese, 49 anni e Felice Franzese, 19 anni, entrambi del luogo e incensurati.
I tre sono stati bloccati su via Feruto in un garage sito in un terreno di proprietà di un 85enne del luogo, mentre tentavano di allontanarsi dopo aver rubato 2 aratri per trattore agricolo e una caldaia a gas per termosifoni che avevano caricato sulla loro auto. la refurtiva, del valore complessivo di 700 euro, è stata restituita all’avente diritto. Gli arrestati sono in attesa di rito direttissimo.
(Fonte foto: Rete Internet)