Home Cronaca Area nolana, ciclo integrato dei rifiuti : l’assessore regionale all’ambiente boccia l’accordo...

Area nolana, ciclo integrato dei rifiuti : l’assessore regionale all’ambiente boccia l’accordo di programma

15
0
CONDIVIDI

In risposta all’interrogazione del consigliere regionale Sommese, l’assessore Romano disapprova su più punti l’Accordo di Programma per la gestione integrata del ciclo rifiuti, siglata dai sindaci dell’Area Nolana lo scorso 29 Luglio 2011.

L’Assessore all’ambiente Giovanni Romano, in risposta a un’interrogazione presentata dal Consigliere Regionale Carmine Sommese, a nome di tutti i sindaci firmatari, in merito all’attuazione dell’Accordo di Programma, evidenzia tutte le criticità del piano di gestione integrata dei rifiuti per l’area nolana, sottoscritto lo scorso 29 Luglio. Lo stesso Presidente della Giunta Regionale della Campania, Stefano Caldoro, aveva già precedentemente sottolineato elementi di criticità sia di natura procedurale che nel merito di alcune previsioni contenute nell’accordo.
Dall’Accordo risultano infatti stabiliti finanziamenti per la progettazione e la realizzazione di opere senza una preventiva determinazione della consistenza finanziaria, che esulano del tutto dalla competenza della Regione, prevedendo anzi il risarcimento dei danni in caso di mancato finanziamento da parte dell’ente Regione, obbligo questo in contrasto con i principi di contabilità regionale.

La nota evidenzia inoltre falle procedurali, soprattutto in merito alle previsioni in materia di “compensazioni ambientali” contenute nell’Accordo e che comportano il riconoscimento di un importo a titolo di “una tantum”: la determinazione del contributo, infatti, così come previsto dall’art. 28 della Legge Regionale sulla Gestione dei rifiuti (4/2007) è riservata al regolamento di attuazione, che è ancora in fase di approvazione definitiva.
La nota boccia, infine, alcuni divieti contenuti nell’Accordo, in particolare quelli riguardanti il divieto di conferimento presso impianti STIR per i comuni che non raggiungono i limiti di raccolta differenziata: sia i comuni non virtuosi che i Comuni non firmatari dell’Accordo (San Vitaliano, Visciano, Roccarainola) non possono essere esclusi, perché compresi nell’area.

L’Assessore Romano sottolinea, in calce alla nota, che è stato presentato al Presidente della Provincia di Napoli uno schema di Protocollo d’Intesa, al fine di una “ rinegoziazione dell’intesa già intercorsa con i comuni firmatari degli accordi in parola”: saranno le amministrazioni regionali e provinciali questa volta a definire i contenuti del Protocollo, per mezzo di un incontro preventivo, primo di sottoporlo all’attenzione dei sindaci interessati.
(Fonte foto: Rete Internet)