fbpx
venerdì, Dicembre 3, 2021

Acerra, il manifesto del Pd: “Una dura opposizione responsabile”

Il documento sarà pubblicato domani mattina.

Gli elettori acerrani hanno deciso con il voto la coalizione e il sindaco che dovranno amministrare.
Il Partito Democratico ha subito un brusco arretramento del proprio radicamento sociale e del consenso elettorale, che impone una riflessione seria e puntuale sugli errori compiuti e sulle difficoltà incontrate per far comprendere ai cittadini gli sforzi e i risultati importanti conseguiti nell’interesse della città, con trasparenza e rispetto reale della legalità.

Con l’insediamento della Giunta si apre una nuova fase amministrativa, ma non si può dimenticare la peggiore campagna elettorale vissuta negli ultimi decenni ad Acerra: le minacce, le intimidazioni camorristiche subite da diversi candidati, una propaganda ossessiva ed economicamente senza freni, una diffusa pratica del voto di scambio, elettori denunciati per aver fotografato “per ricordo” il proprio voto. Nonostante siano passate diverse settimane, la proclamazione degli eletti è stata ritardata dalla necessità della Commissione di verificare i verbali dei seggi, segnati da insufficienze, approssimazioni e anomalie che costituiscono una ulteriore prova del condizionamento del voto e del clima elettorale, che ha compromesso e frustato la libertà democratica, calpestato la dignità del bisogno e il sereno esercizio del diritto di cittadinanza.

È grave che, dopo settimane dal voto, né il Sindaco né la sua coalizione abbiano avvertito il dovere di esprimersi su questi aspetti che hanno inciso e incidono, in modo così rilevante, sulla nostra democrazia e sulla sua qualità, tralasciando il doveroso impegno assunto, e finora disatteso, di dare conto delle spese elettorali sostenute. Il Partito Democratico è consapevole del proprio ruolo di forza di opposizione e di profonda alternativa culturale, programmatica, politica rispetto al quadro di governo che rende assolutamente e moralmente impraticabile qualunque forma di commistione.

Nel pieno rispetto della distinzione dei ruoli, pertanto, il Partito Democratico ha un unico orizzonte nell’interesse generale della città e nella costruzione di un futuro migliore per Acerra. Il Partito Democratico è certo che questi supremi obiettivi dipendono da un’azione amministrativa efficace, ma soprattutto da una gestione del potere trasparente, partecipata, imparziale, rispettosa del principio di legalità. Nella vita dell’istituzione comunale si svolgerà una seria e responsabile attività di vigilanza e controllo, nella consapevolezza, tuttavia, che occorra rilanciare e ricostruire un rapporto con la città e con tutte le realtà territoriali e sociali che la compongono.

Questi sono gli impegni e il lavoro che attendono nei prossimi mesi il Partito Democratico, un lavoro che passerà anche attraverso un rilancio dell’iniziativa politica che ricostruisca uno schieramento ampio e forte delle forze democratiche e di progresso, ma che voglia e sappia cogliere tutte le convergenze possibili, sul terreno della legalità, con tutte le forze sane della città che dimostrino di essere capaci di mettersi in discussione e di far prevalere un’idea forte e pura della città. 

Ultime notizie
Notizie correate