CONDIVIDI

Tra i siti e le città campane patrimonio dell’umanità anche Cimitile, con le sue basiliche paleocristiane, farà la sua parte al WTE di Padova.

Non solo Festa dei Gigli. A rappresentare i beni culturali dell’area nolana al World Tourism Expo, dal 18 al 20 settembre in corso al Palazzo della Regione di Padova, c’è anche Cimitile con lo straordinario complesso paleocristiano delle basiliche. Il Salone turistico, che ogni anno si pone l’obiettivo di valorizzare i siti e le città inserite nelle liste dei patrimoni dell’umanità Unesco, per la prima volta ospita le bellezze del territorio nolano, che si affiancheranno ai più famosi siti di Pompei, Ercolano e del centro storico di Napoli portati, appunto, dalla Città Metropolitana.
L’edizione 2015 del World Tourism Expo, infatti, apre le porte anche alle cosiddette “buffer zone”, le aree di interesse ai siti Unesco presenti sul posto: Cimitile con il suo parco archeologico, considerato una delle testimonianze più belle dell’arte paleocristiana in Italia, si è guadagnata di diritto un posto nello spazio espositivo dedicato.
Per presentare il complesso delle basiliche al pubblico di tour operator e giornalisti che popoleranno la tre giorni padovana, il comune di Cimitile proporrà un video, con la regia curata da Thom Rever e la voce, su testi in dialetto napoletano di Angelo Giuliano, di Duilio Vaccari.
“Si tratta di un’ occasione di grande importanza per la promozione delle basiliche paleocristiane – afferma il sindaco Francesco Di Palma – ringrazio quanti hanno collaborato al progetto, in primo luogo la Città Metropolitana. La nostra giovane amministrazione è impegnata in maniera attenta affinché questo straordinario sito possa essere per davvero conosciuto come merita”.