fbpx
martedì, Ottobre 19, 2021

Somma Vesuviana, appuntamento con la rivista “Summae Civitas” dedicata alla Festa delle Lucerne

Domenica 29 luglio 2018, ore 19:30 presentazione della nuova rivista Summae Civitas con la parte speciale interamente dedicata alla Festa delle Lucerne.

 

Domenica 29 luglio alle ore 19:30 presso il Castello d’Alagno si terrà la presentazione del numero unico della rivista Summae Civitas 75/3 Festa delle Lucerne. Interverranno il Sindaco Salvatore Di Sarno; Resi Cerciello, Presidente della Associazione Arcobaleno; Domenico Russo, Coordinatore scientifico della rivista. Presiederà Nicola D’Avino, Presidente dell’Associazione Festa delle Lucerne. Presenti gli autori.

Stavolta il numero 75/3 della rivista avrà una parte speciale interamente dedicata alla festa delle lucerne. La rivista si aprirà con le prime citazioni della festa apparse sul Mattino di Napoli del 5 agosto 1961, ad opera del giornalista Mimmo Auriemma, già funzionario RAI. Domenico Russo ripresenterà una sua attenta  ricerca del 1990 che all’epoca ottenne la pubblicazione a cura dell’Insigne Collegiata. Sempre sulla festa sarà riproposto il bellissimo componimento poetico di Salvatore De Stefano, che attribuisce al Tempo la causa della mancata e conclusiva comprensione della finalità e della natura dell’evento.

Gaetano Maria Russo ci proporrà un articolo interessante, una ricerca a tutto campo sugli elementi di collegamento della festa delle lucerne con i riti e religioni diverse. Maria Di Fiore, invece, ci offrirà le sensazioni di una turista non per caso. Completerà la sezione una sintetica bibliografia ragionata di Jacopo Pignatiello. La seconda parte della rivista sarà dedicata allo scenario della festa, cioè al Quartiere Casamale, o comunemente detta anche Terra murata. L’aspetto artistico religioso sarà curato da Antonio Bove, mentre Salvatore De Stefano esporrà due encomiabili lavori: un componimento poetico dedicato al Casamale e una ricerca sulla poetessa Costanza Scozio. Enrico Di Lorenzo ci intratterrà su Roberto D’Angiò e il legame con i quartieri di Somma. Luciano Esposito ci delizierà, invece, con due importanti contributi nell’ottica di quella cultura materiale che è la storia degli uomini invisibili, quelli – come riferisce Domenico Russo –  delle classi subalterne.

Il primo contributo è sui contranomi   o strangianomi; il secondo, invece, illustra la vita quotidiana in alcuni isolati popolari del quartiere nella seconda metà del Novecento. Domenico Russo chiuderà la parte dedicata al Casamale con un lavoro sull’aspetto urbanistico del quartiere, una precisazione storica sulla Masseria Aliperta al Cavone e con la sua consueta rassegna bibliografica.

Alessandro Masulli
GIORNALISTA PUBBLICISTA
Ultime notizie
Notizie correate