CONDIVIDI

Il suo volto lo conoscono tutti i cittadini che frequentano la zona del Santuario, è il clochard di colore che staziona di fronte alla chiesa e dorme su una panchina, vagando nei pressi del caffè antistante. Rifiuta solitamente aiuti e cibo, accetta di tanto in tanto qualche indumento per coprirsi.

Questa mattina l’uomo è entrato in Santuario mentre si celebrava la Messa delle 7, aveva in mano un coccio di bottiglia e ha iniziato ad urlare ed agitarsi. A fermarlo, a chiedergli cosa fosse accaduto e se avesse bisogno di qualcosa, un frequentatore del Santuario, un signore di San Giovanni a Teduccio che ogni mattina, prima di andare al lavoro è solito recarsi a Madonna dell’Arco. Ma l’uomo ha reagito male, tentando di sottrarsi e colpendo alla testa chi tentava di trattenerlo, ferendolo con il pezzo di vetro che poi ha lanciato in terra prima di scappare fuori. Le persone che erano in chiesa hanno chiamato un’ambulanza del 118 per medicare il ferito e, poco dopo, sono arrivati i carabinieri. Erano circa le 13 quando i militari, non riuscendo a persuadere il clochard a recarsi spontaneamente in caserma, hanno dovuto fermarlo. L’uomo si è ribellato, scalciando e mordendo una mano ad uno dei carabinieri in servizio. Ora è in stato di fermo ma è plausibile che nei suoi confronti – è una persona che avrebbe problemi relazionali e psichici – si proceda ad un trattamento sanitario.