fbpx
giovedì, Ottobre 28, 2021

Pollena Trocchia, sostegno ai bisognosi: torna il pacco alimentare

Per presentare domanda c’è tempo fino al 7 gennaio.

Anche quest’anno il Comune di Pollena Trocchia ha aderito a “Condividere i bisogni per condividere il senso della vita”, progetto proposto dal Banco Alimentare Campania Onlus che prevede la distribuzione mensile di generi alimentari di prima necessità. Cento le famiglie del territorio in condizioni di disagio socio-economico ed ambientale che beneficeranno dell’iniziativa. Condizioni necessarie per poter accedere al beneficio sono la residenza nel comune vesuviano da almeno un anno, l’essere in regola da altrettanto tempo con il permesso o la carta di soggiorno, un valore ISEE uguale o inferiore a 5mila euro e il mancato ricevimento di sussidi analoghi da altri enti religiosi o associazioni del territorio. “La misura vuole fornire sostegno a nuclei familiari così come a persone sole, prive di reddito o con reddito insufficiente, per alleviarne il disagio” ha detto il sindaco di Pollena Trocchia, Francesco Pinto. “Il disagio economico e sociale – ha proseguito – purtroppo è tuttora forte e colpisce ancora tante, troppe persone e famiglie. È per questo che l’Amministrazione comunale lavora costantemente per offrire misure di sostegno come questa”. A fargli eco l’Assessore alle Politiche Sociali, Pasquale Fiorillo: “È ormai da diversi anni che a Pollena Trocchia chi vive situazioni di difficoltà può contare su un aiuto, che pertanto non si configura come misura estemporanea, quanto piuttosto come valido e costante sostegno, su cui si sa di poter contare in maniera continuativa”. Le famiglie interessate al beneficio del “Pacco Alimentare” possono presentare domanda completando i moduli disponibili presso l’Ufficio Politiche Sociali dell’Ente o all’indirizzo  www.comune.pollenatrocchia.na.itentro il termine perentorio del 7 gennaio 2016. Tra tutte le domande opportunamente compilate l’Ufficio Politiche Sociali del Comune provvederà a stilare una graduatoria per assegnare il beneficio annuale ai primi cento aventi diritto.

(Fonte foto: rete internet)

 

Ultime notizie
Notizie correate