fbpx
martedì, Ottobre 19, 2021

Oggi Lucio Dalla avrebbe compiuto 73 anni, il Teatro lo ricorda così…

Marzo è un mese importante per ricordare un grande della musica, scomparso quattro anni fa. Lucio Dalla è stato uno dei più importanti e innovativi cantautori italiani. Sempre alla continua ricerca di nuovi stimoli e orizzonti, si è addentrato con curiosità ed eclettismo nei più svariati generi musicali, collaborando e duettando con molti artisti di fama nazionale e internazionale. Sono tante le iniziative atte a ricordarlo sia per lo scorso 1° marzo, anniversario della sua scomparsa, sia il 4 marzo giorno della sua nascita. Oggi l’artista infatti, avrebbe compiuto 73 anni ed anche il teatro lo celebra con spettacoli a tema. 
Iniziamo come sempre dalla provincia.
L’Accademia musicale “Futura” di Castellammare di Stabia ricorda Lucio Dalla con lo spettacolo speciale “Lucio incontra Lucio” di scena stasera al Teatro Supercinema. Un progetto musicale che si ispira ad uno dei capitoli più belli della storia cantautorale italiana: le vite di Lucio Dalla e Lucio Battisti. Scritto da Liberato Santarpino e diretto da Sebastiano Somma, lo spettacolo, di grande impatto emotivo e musicale, mette in scena un’originale lettura della vita dei due grandi cantautori italiani.
Al Centro Teatro Spazio di San Giorgio a Cremano è di scena sino a domenica “Io sono Giacomo Casanova”, la storia degli ultimi momenti del più famoso donnaiolo di tutti i tempi. Lo spettacolo è tratto da “Il ritorno di Casanova” di A. Schnitzler ed è scritto da Maurizio Tieri, anche regista con Vincenzo Borrelli. L’interpretazione è affidata allo stesso Borrelli con Simone Somma, Claudia Avitabile, Cristina Ammendola, Rossella Luongo, Andrea Alario. La produzione è di Unospazioperilteatro.
Per il secondo fine settimana consecutivo, Quotidiana.com presenta alla Sala Ichos di San Giovanni a Teduccio “Io muoio e tu mangi”, secondo capitolo del progetto “Tutto è bene quel che finisce”, che vede interpreti Roberto Scappin e Paola Vannoni. Dopo essere stata in scena la settimana scorsa con “L’anarchico non è fotogenico”, la compagnia riminese sarà impegnata con questo spettacolo legato al tema dell’eutanasia, sviluppato attraverso un punto di vista politico, culturale e non solo.
Andiamo a Napoli!
La primavera al Teatro Bolivar è all’insegna de”Le insolite note”, rassegna dedicata alla musica e non solo, ideata e diretta da ‘Mbarka Ben Taleb. Domani si inaugura con la classe e la versatilità del M°Edoardo Amirante, che, con il suo violino, ed accompagnato da un ensemble polistrumentale composto da Marco Fiorenzano (Piano), Umberto Lepore (Double Bass), ed Emiliano Barrella (Drums), ci regalerà un concerto in cui sarà protagonista la grande musica, senza i limiti dettati dai generi.
Al San Ferdinando è di scena “Pigmalione” di  George Bernard Shaw, messo in scena con la traduzione di Manlio Santanelli e la regia di Benedetto Sicca. Una commedia ricca di pensiero, in cui Shaw ci porta a confrontare con le nostre pulsioni, il voler cambiare le persone che amiamo invece che imparare a conoscerne e ad accoglierne le sfaccettature. Un frammento delle Metamorfosi di Ovidio che si trasforma in una commedia inglese.
Di Giampiero Solari, Claudia Gerini, Paola Galassi e Micaela Andreozzi è di scena al Diana un “One Woman Show” con ballerini e orchestra dal vivo “Storie di Claudia” diretto dal regista Giampiero Solari. 
Lo spettacolo racconta storie che intrecciano momenti e personaggi biografici di Claudia ad altri di pura fantasia.
Al Teatro Augusteo di Napoli, continua sino a domenica la messa  in scena di “Rapunzel il musical” con Lorella Cuccarini, straordinaria protagonista nel ruolo di madre Gothel, la cattiva, comica e affascinante matrigna di Rapunzel.
Lo spettacolo, della Viola produzioni, arriva  sul palcoscenico del teatro della città partenopea, dopo aver trionfato nei maggiori teatri italiani.
A Salerno invece…
All’augusteo sabato il Conservatorio Martucci di Salerno replica lo spettacolo “Lucio incontra… Lucio”, donando tutto il ricavato al DH Oncologico dell’AOU San Giovanni di Dio Ruggi d’Aragona.
Infine la stagione “Mutaverso Teatro”, come da programma, si sposta nella zona orientale della città. All’Auditorium Centro Sociale è di scena questa sera prima assoluta per la Campania, “Homicide House”, di Emanuele Aldrovandi, con Marco Maccieri, Luca Cattani, Cecilia di Donato,Valeria Perdonò; regia di Marco Maccieri. Il testo, vincitore del 10° Premio Riccione “Pier Vittorio Tondelli”, narra la storia di un uomo, indebitato per problemi di lavoro, che finisce vittima di un gioco al massacro riservato a facoltosi in cerca di emozioni forti ed è una parabola eloquente sui pericoli della nostra società.
Ultime notizie
Notizie correate