Home Prima pagina Medaglia d’oro alla memoria di Gaetano Montanino

Medaglia d’oro alla memoria di Gaetano Montanino

703
0
CONDIVIDI

In prefettura il riconoscimento alla guardia giurata uccisa nel 2009 in piazza Mercato a Napoli

Provate a cercare su google “Gaetano Montanino”. Pagine e pagine che trattano della guardia giurata residente ad Ottaviano che nel 2009 morì in piazza Mercato a Napoli mentre faceva il suo lavoro: balordi volevano fare una rapina, provarono a sottrargli la pistola ma lui reagì. E ci rimise la vita, facendo da scudo anche al suo collega, più giovane ed inesperto di lui. Era il 4 agosto, faceva caldo. Da quella estate afosa e così dolorosa, Lucia e Veronica non si sono mai fermate. Lucia è la moglie di Gaetano (Mimmo per gli amici), Veronica è la figlia. Hanno custodito negli anni il ricordo della guardia giurata, lo hanno alimentato con pensieri, riflessioni e gesti. Hanno portato avanti il vessillo della legalità per lasciare un messaggio soprattutto ai giovani, per non fare risultare vano il sacrificio di Gaetano.

E così, nel nome di Gaetano ci sono stati eventi e manifestazioni, sono nati i presidi di Libera. Il nome di Gaetano ha viaggiato tra gli studenti, nelle scuole. Le pagine di google, appunto. Oggi Lucia e Veronica raccolgono il frutto del loro lavorio: alle 11, in Prefettura a Napoli, alla memoria di Gaetano Montanino verrà conferita la medaglia d’oro al merito civile, su decreto del presidente della Repubblica. Certo, è una tappa, non un traguardo. L’impegno di Lucia e Veronica continua, la figura di Gaetano ha ancora tanto da insegnare. Ma è una tappa importante: è il riconoscimento delle istituzioni.