La solidarietà del Vallo di Lauro per la provincia Sannito-Irpina

0
993

La solidarietà delle associazioni del Vallo come segno di una cultura che conosce i valori del coraggio, della tenacia, della speranza costruita sullo spirito di comunità.

L’Ordine Francescano Secolare di Fontenovella e l’associazione Fonte Nova hanno dato vita, nei giorni scorsi, ad una campagna di solidarietà e a una raccolta di generi di prima necessità per le popolazioni del Sannio colpite dall’alluvione.
Alla proposta hanno aderito, con grande generosità, l’Amministrazione Comunale di Lauro, la cittadinanza di Lauro e di Taurano e l’associazione “Idee in rosa” di Mugnano del Cardinale.
Nessuno si è sentito esonerato dal contribuire, in qualche modo, ad aiutare chi era nel bisogno.
Sin dalla domenica mattina della scorsa settimana, il gazebo allestito nella Piazza Comunale di Lauro ha richiamato l’attenzione dei cittadini e ha motivato tanti a riempire buste e scatole di generi alimentari, igienici e altro da inviare nel Sannio.
E nei giorni successivi il centro raccolta presso la Chiesa di Fontenovella (v.foto in appendice) è stato un continuo pullulare di donne, bambini, uomini con piccole e grandi buste e cartoni di prodotti da raccogliere insieme agli altri in una commovente manifestazione di solidarietà..
Ciò che si vuole documentare qui, in questo articolo, non è solo la generosità di tutti, non diversa da quella delle tante associazioni e privati che con pari generosità e sensibilità sono intervenuti da altri paesi della Campania e da altre Regioni; né si intende porre in luce un’azione solidale che, evangelicamente o laicamente intesa, non abbisogna di riflettori; ma si desidera sottolineare e socializzare quello spirito di sana umanità che sempre emerge nelle situazioni critiche e che, per fortuna, ancora contraddistingue l’ intero popolo italiano.
Senza troppa retorica, è bello poter dichiarare ad alta voce, che l’umanità è sempre desiderosa di far emergere la propria parte migliore.
Le genti della provincia Sannito-Irpina hanno saputo da subito rimboccarsi le maniche, stanno spalando il fango, non si piangono addosso e sono fiduciose nella collaborazione di tutti: singoli, gruppi, Istituzioni. Un doveroso e cordiale grazie a tutti, per il già fatto e per quanto ancora si potrà fare. Un grazie al direttore e alla redazione di “il mediano.it” che ci consentono di comunicare i sensi del nostro orgoglio e della nostra speranza.

tilde1