fbpx
giovedì, Dicembre 2, 2021

L’ Accademia di Alta Cultura “Europa 2000” conferisce a Carmine Cimmino il premio “Lo Scugnizzo d’oro 2016”.

La cerimonia di premiazione si è svolta a Tortora. Il Comitato d’onore era presieduto dal dott. Giulio Tarro, figura prestigiosa della Scienza medica. Il premio, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, è stato assegnato a Cimmino per gli studi di storia e per la collaborazione con il nostro giornale.

 

Sabato 4 giugno l’Accademia di Alta Cultura “Europa 2000”, di cui è presidente il dott. Salvatore Alfieri, ha assegnato lo “Scugnizzo d’oro”, un premio patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, per il 2016. La cerimonia di premiazione si è svolta quest’anno a Tortora, nella sala congressi dell’Hotel “La Loggia”, che si affaccia sullo scenario dei monti dell’Alto Cosentino: le rupi millenarie accompagnano lo sguardo, lungo valli e gole, verso il mare lontano, nella suggestione del tempo che pare fermarsi a osservare, incantato,lo splendore del centro storico.

Il Presidente del Comitato d’Onore era il dott. Giulio Tarro, figura prestigiosa della Scienza medica mondiale. Facevano parte del comitato, tra gli altri, il vicepresidente dell’Accademia, il dott. Sergio Zazzera, magistrato, studioso della civiltà napoletana, autore, tra l’altro, di un “Dizionario napoletano”; il dott. Ciro Esposito, ricercatore oncologo dell’ospedale “Cotugno” di Napoli; il prof. Mimmo Piscopo, pittore, scrittore, docente di arti figurative; il dott. Pino Simonetti, giornalista e regista della Rai; il dott. Nicola Squitieri, presidente del Premio internazionale “Guido Dorso”. Presidente onorario della cerimonia era la prof.ssa Annamaria Olivo, assessore alla cultura del Comune di Tortora, che nel suo intervento ha anche illustrato il programma delle attività culturali messe in cantiere dall’importante Museo Archeologico della città, il Museo di Blanda. Blanda era la città enotria che si stendeva nel territorio di Tortora e, forse, di Praja: il prof. Dott. Vincenzo Esposito, ordinario di anatomia umana dell’Università di Napoli, ha illustrato, durante la cerimonia, i caratteri patologici dei crani umani trovati nelle tombe di Blanda.

Dopo la cerimonia di investitura dei nuovi accademici dell’”Europa 2000”, è stato assegnato “Lo scugnizzo d’oro” ai vincitori per il 2016.Tra questi, il dott. Vincenzo Cuomo, importante studioso di storia militare, e Carmine Cimmino, premiato, dice la motivazione, per gli studi sulla civiltà vesuviana e per gli articoli di politica, di storia sociale e di storia dell’alimentazione pubblicati sul nostro giornale. Ad Alessia Antonucci, giornalista della “Gazzetta del Sud”, che gli domandava, parafrasando il titolo di un libro di Cimmino, quali siano, in cucina, i vizi e le virtù “dei camorristi, il premiato ha risposto, scherzosamente: prima di tutto, un ottajanese non risponde a 2certe” domande, e poi, se accettasse di rispondere, bisognerebbe prima stabilire a quale delle molte camorre la giornalista si riferisce. I camorristi “classici”, per esempio, facevano della sobrietà e della moderazione a tavola una fondamentale “virtù”.

Carmine Cimmino ha ringraziato il Comitato di Presidenza e ha ricordato che sul suo tavolo di lavoro sono sempre presenti, strumenti preziosi e insostituibili, i dizionari di lingua napoletana di Francesco D’ Ascoli e di Sergio Zazzera: l’uno, quello di D’Ascoli, “tesoro” del napoletano letterario, l’altro, invece, “registro” della lingua parlata.

 

Ultime notizie
Notizie correate