fbpx
venerdì, Dicembre 3, 2021

Il Napoli ha sconfitto pure gli scettici, ma il pericolo Juve è sempre più in agguato

Vittoria sofferta col Sassuolo e vendetta della sconfitta alla prima di andata: gli azzurri sempre più su

L’amico che rimpiangeva Benitez perché “con lui avevamo uno spessore internazionale che ora abbiamo perso per sempre”; il politico tifoso della Lazio convinto che “ormai il Napoli è nella fase discendente, ora tocca a noi”; il collega che aveva preso Dzeko al fantacalcio perché “può fare molti più gol di Higuain, ne sono sicuro”; la collega che diceva sicura: “quest’anno lottiamo per la retrocessione”.

Ho pensato a loro sabato sera, mentre il Napoli si sbarazzava del Sassuolo (3 a 1, due gol di Higuain e uno di Callejon). Se ne sbarazzava soffrendo ma comunque se ne sbarazzava. E stiamo parlando di una squadra bellissima a vedersi: pressing e passaggi corti, giocate a memoria, tanta corsa sulle fasce. Quel Sassuolo che all’andata era riuscito a battere proprio gli azzurri, alimentando le chiacchiere dell’amico, del politico laziale, dei colleghi. E invece, un girone dopo, loro avevano torto e Sarri e compagnia bella avevano ragione. Oggi siamo tutti sulla stessa barca, a cantare “un giorno all’improvviso…”. E ci stiamo persino larghi, perché gioire è sempre lecito quando la gioia è pura e sincera (ovviamente fa eccezione il politico biancazzurro, che tiene altri pensieri in testa).

Detto questo, il Napoli lo scudetto potrebbe non vincerlo, perché la Juventus è più forte. Lo dice mister Sarri ed ha ragione. Se il tricolore lo mettessero al petto gli juventini, gli azzurri non dovrebbero affatto rammaricarsi: avrebbero lasciato il passo ad una grande. Diverso il discorso per le altre: l’Inter, la Roma, in parte la Fiorentina. Squadre che, è bene ricordarlo, sono partite prima delle due di vetta. Sì perché Juve e Napoli hanno iniziato a carburare dopo, hanno ingranato la marcia ed ora non si fermano. Anzi, per meglio dire: per ora non si fermano. Poi si vedrà. Intanto il collega ha venduto Dzeko al mercato di gennaio del fantacalcio.

Ultime notizie
Notizie correate