Home Generali Coop vuole cedere ai calabresi: è sciopero bianco ad Afragola e a...

Coop vuole cedere ai calabresi: è sciopero bianco ad Afragola e a Quarto. Ipermercati chiusi nel giorno dell’Immacolata

3779
0
CONDIVIDI

Il futuro occupazionale è di nuovo messo in discussione per cui i lavoratori stanno protestando compatti. Oggi dunque è sciopero bianco nel superstore Ipercoop di Afragola e nell’ipermercato di Quarto Nuovo, entrambi impianti della grande distribuzione rilevati tre anni fa da Coop Alleanza 3.0, rinnovati e dati in gestione alla controllata Distribuzione Centro Sud. La stragrande maggioranza dei 180 addetti di Afragola e dei 147 di Quarto ha optato di non scendere al lavoro proprio nel giorno del varo dello shopping natalizio, la festa dell’Immacolata. E’ il primo duro colpo inferto agli incassi da un’agitazione delle maestranze dopo un tregua di quasi tre anni, quando cioè Alleanza 3.0, la “supercooperativa” gestita quasi in toto dalle coop emiliane, decise di subentrare alla livornese Unicoop investendo nel restyling degli impianti campani, inaugurati di nuovo nella loro veste rinnovata tra l’ottobre del 2015 e il marzo del 2016, dopo una lunga battaglia sindacale che culminò con il ritiro di centinaia di licenziamenti. Nel frattempo però i supermercati rimasti nella mani di Unicoop, quelli di Napoli Arenaccia e di Santa Maria Capua Vetere, hanno chiuso mentre anche Alleanza 3.0 vuole arrendersi abbandonando la Campania. A questo punto quindi il “gioco” si è fatto durissimo. Le cooperative vogliono cedere a un gruppo calabrese, AZ. E’ già successo per l’Ipercoop  di Avellino, appena finito nelle mani di quest’azienda emergente a livello nazionale ma fino a ieri molto forte solo in Calabria.  << Siamo sicuri che sia in gioco il futuro di centinaia di lavoratori della Coop dislocati in Campania: non molleremo fino a quando non saremo sicuri sulla salvaguardia dei posti di lavoro, dei contratti, dei salari e delle attività: Alleanza 3.0 deve essere chiara, ci deve dire tutto senza discriminare nessuno  >>, avvertono i lavoratori di Afragola e Quarto. C’è un precedente. Nel 2013 la coop Toscana Lazio annunciò la cessione degli impianti campani al gruppo casertano Catone. Ma dopo settimane intere di scioperi e manifestazioni e un referendum aziendale il progetto saltò.