Home No me toques la pelota Con Higuain va in onda “Supposta per te”. Buffon, che esempio per...

Con Higuain va in onda “Supposta per te”. Buffon, che esempio per i giovani!

1051
0
CONDIVIDI
Un’altra vittoria in rimonta del Napoli, che batte il Genoa 3 a 1
Il primo calcio d’angolo del Genoa, ieri, è arrivato dopo più o meno 70 minuti. E stiamo parlando di una squadra che ha giocato. O meglio: che un gioco ce l’ha. Sta tutta qui la grandezza del Napoli, che riesce a confermare la sua forza anche in partite come quella di ieri, vinta in rimonta e a fatica. E’ la forza del palleggio e dell’attacco, che probabilmente consentirà agli azzurri di approdare in Champions senza troppi problemi, dopo due anni di assenza. Ed è la forza di Higuain, la cui bulimia da goal non si arresta mai. Ieri, memore dell’ospitata tv da Maria De Filippi, si è esibito in una puntata speciale di “Supposta per te”, uno show che quasi ogni domenica dedica al portiere avversario. La pratica scudetto, invece, possiamo archiviarla (a meno che non arrivino sorprese incredibili). Ha ragione Allegri quando dice che una squadra che vince così tanto, come la Juventus, non può essere giudicata solo dagli aiuti arbitrali che riceve. E’, invece, preoccupante per tutto il calcio italiano l’atteggiamento in campo dei giocatori juventini, che spesso si sentono autorizzati a comportarsi con una protervia che a nessun altro calciatore sarebbe consentita (Bonucci docet). E non è questione di favori, fuorigioco, rigori: è una specie di wild card che aiuta molto, psicologicamente, gli zebrati e penalizza tutte le altre squadre.
Detto questo, sul gol preso da Rincon il portierone Pepe Reina non è esente da colpe, la prima delle quali è quella di aver esultato mercoledì scorso per la rete contro la Juventus del suo amico Alcantara. Doveva saperlo, il mitico spagnolo, che i tifosi bianconeri gli avrebbero messo gli occhi addosso fino a farlo sbagliare. Giova ripetere uno slogan già tirato fuori in questa rubrica: profilo basso, anzi “profilo Sarri”.
Da un portiere all’altro, ieri Buffon ha battuto il record di inviolabilità della sua porta. E’ un esempio per tutti, Gianluigi. Soprattutto per i più giovani: nel 1997 falsificò un diploma da ragioniere per iscriversi all’Università. Il sogno di molti studenti.