Completata la giunta di Acerra. Miriade di deleghe agli assessori

0
387

Due assessori erano stati nominati davanti al pubblico presente in consiglio. Gli altri sono stati incaricati praticamente in sordina, a lavori ormai chiusi     

Con una nomina a sorpresa, firmata durante la chiusura del consiglio comunale dell’altro ieri pomeriggio, il sindaco Tito D’Errico ha completato la squadra degli assessori. Al vicesindaco Gennaro Iovino e all’assessore Milena Tanzillo, le cui nomine sono state ufficializzate ai cittadini durante il consiglio comunale, si sono aggiunti, proprio all’ultimo momento dei lavori dell’assemblea, quelli di Francesca La Montagna (Personale, Politiche del lavoro, Rapporti con le organizzazioni sindacali, Politiche sociali, di solidarietà e della famiglia, Musei, Castello e parchi, Biblioteca, Servizi sociali e prestazioni integrativa, Ufficio di Piano, Lavori Pubblici, Protezione civile), Maria de Rosa (Urbanistica, Rapporti con l’associazionismo, Tutela del cittadino e dei consumatori, Sport e tempo libero, Abusivismo e Condono Edilizio, Catasto, Politiche giovanili e forum dei giovani), Milena Petrella (Istruzione ed Assistenza scolastica, Politiche dell’istruzione e dell’educazione, Pubblica Istruzione, Edilizia scolastica, Politiche scolastiche, Protocollo, Servizio Demografico, Informatizzazione dei servizi e riorganizzazione dell’Ente, Controllo di Gestione, Gestione Informatica del Personale, Trasparenza, P.I.C.S., Responsabile per i controlli di I° Livello , Ufficio Unico delle Entrate, Sistemi statistici, URP), Vincenzo Piscitelli (Attività produttive, Servizi cimiteriali, Arredo urbano, Affari legali e Contenzioso, Giudice di Pace, S.U.A.P., Manutenzione ordinaria del patromonio comunale) e Nicola Pintauro (Trasparenza amministrativa, Sicurezza urbana, Videosorveglianza urbana, Fondi europei e politiche comunitarie, Recupero e valorizzazione centro storico e periferie, Verde pubblico). Il sindaco intanto mantiene le seguenti deleghe: Politiche sanitarie, Coordinamento istituzionale, Cultura, Polizia Municipale, Grandi eventi e Comunicazione.
Sono dunque molto numerosi i compiti affidati ai sette esponenti della giunta D’Errico. Ad ogni modo l’intero esecutivo, sindaco in primis, sarà per forza di cose molto impegnato sul fronte ambientale. Non a caso il primo consiglio comunale di questa consiliatura è stato chiamato dai comitati cittadini e dai militanti ecologisti locali a votare un documento da inviare alla Regione Campania. Si tratta di un’integrazione, poi votata dall’assemblea cittadina, al piano regionale dei rifiuti. Nel documento i consiglieri comunali chiedono alla giunta regionale, al consiglio campano e al governatore Vincenzo De Luca di attuare una moratoria totale sul territorio di Acerra con l’obiettivo di non far realizzare mai più altri impianti, privati o pubblici, di trattamento dei rifiuti.