Acerrana vola a punteggio pieno, Forio regolato nell’anticipo

0
392
Non fa prigionieri l’Acerrana che, nell’anticipo dell’Arcoleo (reso necessario dall’impegno di Coppa di mercoledì prossimo con la Mariglianese), batte anche il Real Forio (2-0) e cala il poker in campionato. Granata saldamente in vetta – e a punteggio pieno – al netto delle gare delle dirette concorrenti in programma domenica.
FORMAZIONI – C’è ancora De Simone dal primo minuto in una mediana che vede Lettieri in regia e Liberti interno destro. La linea difensiva è composta come al solito dai centrali De Giorgi e Akrapovic nonché dai terzini Padovano e Palladino. In porta Rendina, in attacco Aracri ed Elefante assistono la punta centrale Goretta nel 4-3-3.
PRIMO TEMPO – Elefante si cala subito nella parte del leader e prima fa venire i brividi a Iandoli (fucilata di poco a lato) e poi si prende lo sgambetto plateale di Castagna che provoca il penalty. Dal dischetto Aracri porta a tre le sue marcature in campionato, cinque stagionali (6′). Lo stesso Elefante, nella caduta, riporterà una leggera contusione che lo costringerà al cambio nell’intervallo a beneficio di Onda. Il Real Forio tenta qualche break ma la prima reazione arriva solo su un calcio di punizione di capitan Sogliuzzo: sfera sopra l’incrocio dei pali. Le occasioni da un lato e dall’altro non mancano, a dimostrazione che il match è vivo e gli isolani possono far male in qualsiasi momento. Padovano invita Lettieri alla conclusione con la palla che sfila a lato, quindi Musso prova ad approfittare di un mezzo pasticcio difensivo ma non inquadra la porta da pochi metri. Elefante vuole lasciare il timbro prima di congedarsi ma il suo colpo di testa a raccogliere una punizione di Aracri, finisce tra le braccia di Iandoli. Altro pericolo per i granata quando Sogliuzzo, che agisce in coppia con l’ex Arrulo nel 4-2-3-1 biancoverde, sforna il bolide dal limite dell’area che però non sorprende Rendina.
SECONDO TEMPO – In cinque minuti l’Acerrana sfiora un paio di volte il centro che può chiudere la gara: Iandoli esce a valanga su Goretta, lanciato a rete da Aracri, quindi lo stesso argentino spara alto da posizione centrale vanificando l’assistenza di Liberti. Si sveglia il Real Forio con una punizione larga di Pistola e una chance d’oro per Tomasin che, imbeccato da Castagna, scarica da due metri il pallone addosso a Rendina e resterà probabilmente quest’ultima l’occasione migliore per gli ospiti per uscire imbattuti dall’Arcoleo. Nel mezzo c’era stata la botta alta di Liberti a chiudere una trama tambureggiante dei granata. Ndiaye rileva Aracri quasi alla mezz’ora e dopo qualche minuto (36′) serve da sinistra Onda che opera un sontuoso sfondamento in area e silenzia Iandoli con un bel diagonale alla sua maniera. Goretta può triplicare su servizio dalla destra di Lettieri, ma vede la sua botta alzarsi sulla traversa ed è sostanzialmente la palla-gol che segna la fine delle ostilità, anche se non c’è tempo per rilassarsi: da lunedì si inizia a pensare agli ottavi di finale di Coppa Regionale con la Mariglianese (andata mercoledì 4 ottobre all’Arcoleo alle 18).
𝐈𝐋 𝐓𝐀𝐁𝐄𝐋𝐋𝐈𝐍𝐎
𝐀𝐂𝐄𝐑𝐑𝐀𝐍𝐀-𝐑𝐄𝐀𝐋 𝐅𝐎𝐑𝐈𝐎 𝟐-𝟎
6’pt Aracri su rigore; 36’st Onda
ACERRANA (4-3-3): Rendina 04, Padovano, De Giorgi (38’st Lagnena), Akrapovic, Palladino 03 (32’st Carannante 04); Liberti, Lettieri K, De Simone (19’st Todisco); Aracri (28’st Ndiaye), Goretta, Elefante (1’st Onda). A disp.: Merola, Saviano 05, Ascenzio 05, Manzo 05. All. Giovanni Sannazzaro
REAL FORIO (4-2-3-1): Iandoli, D’Alessandro (28’st Filosa), Iacono, Cabrera, Pistola (34’st Di Costanzo); Arrulo, Sogliuzzo K; Castagna (34’st Aiello), Arcamone (20’st Pelliccia), Tomasin (43’st Sirabella); Musso. A disp.: Musella, Cerase, Peluso, Di Meglio. All. Angelo Iervolino
ARBITRO: Michele Aprile (Caserta). Salvatore Forgione (Avellino)/Lorenzo Martello (Torre del Greco).
AMMONITI: De Giorgi (A); Arcamone, Pistola, D’Alessandro, Musso e Pelliccia (RF).
ANGOLI: 6-2
RECUPERO: 2’pt; 4’st