“A chi figli e chi figliastri”: parte la campagna di sensibilizzazione contro l’autonomia differenziata

0
307
“A chi figli e chi figliastri”: parte la campagna di sensibilizzazione contro l’autonomia differenziata

Riceviamo e pubblichiamo:

L’iniziativa è promossa da Paolo Russo, responsabile nazionale del dipartimento per le politiche del Mezzogiorno di Azione che metterà in campo una serie di iniziative volte a sensibilizzare cittadini ed istituzioni sul tema del divario economico e sociale tra le zone del Paese. Le attività messe in campo saranno presentate nel corso del convegno in programma per le 10 di sabato 24 febbraio nel Teatro Arte Vesuvio di via Nazario Sauro a Napoli. “Il Nord senza il Sud non ha futuro! Il Mezzogiorno per l’Italia e l’Europa Mediterranea” il tema intorno al quale discuteranno docenti universitari, economisti, amministratori comunali, sindacalisti ed attivisti politici.
“L’autonomia differenziata è una questione che unisce, oltre le barriere politiche e gli steccati ideologici, chi – sottolinea Paolo Russo – ha a cuore la garanzia dei diritti dei cittadini, declinati nell’erogazione di servizi essenziali come quello alla salute, all’istruzione, ai trasporti, a prescindere dal luogo di residenza. E’ intorno alla necessità di preservare la dignità delle persone che bisognerà alimentare l’impegno di tutti a mobilitarsi per scongiurare che si sancisca per legge l’esistenza di due Italie, quella dei poveri e quella dei ricchi. Nessuno si nasconda dietro i temi dell’efficienza e della produttività territoriale per mettere a segno una dannosa quanto irreversibile secessione che tradisce la responsabilità da parte di chi ci governa di fare gli interessi di ogni abitante del Paese, a qualsiasi latitudine si trovi a vivere”.