CONDIVIDI

La ragazza, trasportata in ambulanza al pronto soccorso più vicino, per fortuna non ha riportato lesioni preoccupanti.

Oggi, ad ora di pranzo, un’auto si è ribaltata. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la giovane alla guida della sua Panda grigio metallizzato percorreva a velocità moderata via S. Filippo per immettersi, girando l’angolo a sinistra, su via Annunziata. Forse una disattenzione l’ha portata a formare larga la curva, tanto da scontrare dopo qualche metro una vecchia Peugeot 106 di colore blu, parcheggiata in senso di marcia contrario al suo. Dopo averla strisciata, la Panda si sarebbe capovolta sul lato sinistro. Tuttavia le dinamiche dell’incidente non sono ancora chiare: il ribaltamento dell’auto potrebbe essere stato causato dallo scontro, oppure da una sterzata rapida successiva all’impatto con la Peugeot.

Al forte rumore alcuni residenti sono accorsi in aiuto della giovane di Somma Vesuviana avvertendo immediatamente il 118 e la polizia locale, che in tempi rapidi hanno raggiunto il luogo del sinistro insieme alle associazioni di protezione civile Cobra 2 e Corpo Volontari di Pronto Intervento. La ragazza è stata trasportata in ambulanza ad uno degli ospedali più vicini: per fortuna, al di là dello choc, non sembra aver riportato lesioni preoccupanti.
Il panico è durato fino a quando l’auto ha urtato il muro di un’abitazione privata, poi è sopraggiunta l’ansia delle sicure bloccate, che non le hanno consentito di uscire facilmente dal cabinato, ma presto un ragazzo l’ha tirata fuori dal vetro di un finestrino. Lo sguardo della conducente, spaventato e incredulo per l’accaduto, ha indotto i presenti per un pò al silenzio.

Rimessa la Panda in posizione regolare, sulla carrozzeria si sono manifestati tutti i segni dell’incidente: graffi e rientranze. «L’importante è che lei non si sia fatta niente», dice il proprietario della Pugeot il quale molto probabilmente ha immaginato, come gli altri, che nel giorno di Ognissanti, un miracolo è stato compiuto scongiurando il peggio.