CONDIVIDI

Dopo le accuse del consigliere Tuorto, il sindaco invita giornalisti e cittadini a prendere visione del bilancio, definendolo “economicamente, culturalmente e socialmente valido”.

Quello di venerdì, 29 giugno, è stato un lunghissimo ed estenuante consiglio comunale, che ha visto la politica locale sommese confrontarsi, dibattere e, infine, approvare con 17 voti favorevoli e 9 contrari, il bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2012 e pluriennale 2012/13/14. Un’approvazione anticipata considerata la proroga concessa dallo Stato e fissata al 31 agosto, voluta fortemente dal sindaco, Raffaele Allocca, che si è detto “orgoglioso di aver dato alla città il vitale strumento di programmazione per una valida erogazione di servizi comunali, malgrado il grave taglio di risorse pubbliche stabilite dallo Stato. Siamo, infatti, tra i primissimi comuni campani ad approvarlo. Posticipare l’approvazione del bilancio avrebbe comportato il rischio di gravi squilibri finanziari”.

Sulla scorta della dettagliata e minuziosa relazione presentata dall’assessore al bilancio, Ciro Cimmino, il sindaco, rimarcando le difficoltà in cui si trovano ad operare gli enti locali a causa dei tagli apportati dal governo centrale, ha sottolineato che Somma anche quest’anno ha rispettato il patto di stabilità. “Quello che abbiamo approvato- ha aggiunto Allocca- non è, come dicono alcuni denigratori attraverso i giornali online e i social netwok , un bilancio lacrime e sangue, anzi. Nonostante gli enormi tagli finanziari, quest’amministrazione non ha aumentato i tributi, non ha messo le mani nelle tasche dei cittadini se non in quelle degli evasori che, purtroppo, sono proprio quelli più benestanti.

La lotta all’evasione,che ci ha portato fino ad oggi a recuperare oltre 800milaeuro, unitamente ad una quota dei fondi Italgest, ci ha permesso di non aumentare nessun tributo e di avviare le procedure di gara per realizzare altre opere pubbliche per il miglioramento della vivibilità del nostro territorio. Ogni scelta è stata puntualmente oculata, documentata e certificata e chiunque può prenderne visione Riguardo alle critiche mosse dal consigliere Nello Tuorto sulle somme stanziate per le politiche sociali, ci tengo a precisare che lo stesso consigliere è male informato poiché per il sociale sono state stanziate somme cospicue ed adeguate non solo ad assicurare ma anche a migliorare ulteriormente tutti i servizi già erogati fino ad oggi. Questo è un bilancio- conclude il sindaco- economicamente, socialmente e culturalmente valido”.