fbpx
lunedì, Maggio 23, 2022

Marigliano. Bonifica in via Alise e via Isonzo, nessun allarme amianto

Paura tra i residenti in seguito ai lavori di rimozione delle lastre in eternit del capannone dell’ex supermercato Todis. Dopo giorni di allarme, viene allontanato ogni dubbio: l’amianto in questione era già stato bonificato.

A pochi giorni dall’inizio delle operazioni di bonifica in via Aniello Alise e via Isonzo, viene fugato ogni dubbio, sollevato dagli stessi cittadini residenti nella zona, sulla supposta esposizione alle polveri nell’aria.

La denuncia era infatti scattata nello stesso giorno di inizio dei lavori di rimozione delle lastre del tetto dell’ex supermercato Todis, un capannone di circa mille metri quadri nella zona adiacente al centro abitato: i residenti, non avvertiti anticipatamente sull’inizio dei lavori, hanno allertato i vigili urbani e la guardia forestale, allarmati dalla possibilità di esposizione alle polveri, disperse nell’aria in seguito alla rimozione delle lastre in amianto.

In via Aniello Alise, invece, gli abitanti erano stati già precedentemente avvertiti tramite l’affissione di cartelli che invitavano la cittadinanza a chiudere gli infissi durante i lavori di rimozione.
Anche Francesco Vivolo, ex proprietario del Todis, nei giorni scorsi aveva espresso preoccupazione circa i danni alla salute dovuti all’esposizione delle polveri.
È stato invece Antonio Sepe, uno dei comproprietari dell’immobile, a dissipare ogni dubbio sull’ingiustificato allarme dei cittadini. L’amianto in questione, infatti, era già stato regolarmente bonificato sei anni fa, come attestato dalle certificazioni rilasciate dall’ASL lo scorso 6 Aprile 2006 ( prot. N. 961 ).

« La ditta che ha provveduto alla definitiva rimozione del tetto dell’immobile – dichiara – ha operato nel pieno rispetto di tutte le normative vigenti e con la massima attenzione. Non mi risulta infatti, siano stati fatti rilievi in ordine alla regolare esecuzione dei lavori da parte degli ispettori della ASL, intervenuti sul posto per i controlli di rito. Del tutto ingiustificato, quindi, il paventato allarme».

Ultime notizie
Notizie correate