CONDIVIDI

Dopo una lunga discussione presso la Prefettura di Napoli molte Associazioni Ambientaliste hanno firmato il protocollo d’intesa con il Prefetto Cafagna, solo La Terra dei Fuochi ha detto no.

"Presenti stamane (ieri, ndr) al tavolo in Prefettura per la presentazione dell’ennesimo progetto. Purtroppo mentre si procede a calare dall’alto ancora promesse che finora non hanno prodotto alcun risultato, le nostre proposte concrete e immediatamente realizzabili vengono puntualmente disattese (vedi "sentinelle per la terra dei fuochi e numero di telefono di pronto intervento").

Noi dell’associazione "La Terra dei Fuochi", promotrice della mobilitazione del 26 ottobre 2013 nonché della 2^ giornata contro il fenomeno criminale dei "#‎roghitossici?", tenutasi a Napoli lo scorso 25 ottobre, non firmiamo l’intesa "#‎Coheirs?", in quanto si tratta di una "presa in giro calata dall’alto senza il vero coinvolgimento dei cittadini e soprattutto in dispendio di risorse pubbliche di fondi comunitari".

La nostra associazione "sta già facendo tutto questo da otto anni a costo zero" e senza accedere a nessun bando, per il "Coheirs" invece è prevista la spesa di ben 250.000€ di fondi europei -ribadiamo- per "segnalazioni e denunce che ci sono già da tempo", mentre "mancano tuttora gli interventi concreti da parte delle forze di polizia, viste le decine di roghi al giorno segnalati e documentati sul nostro portale www.laterradeifuochi.it". In buona sostanza "altri soldi dei cittadini spesi in progetti senza né capo né coda e soprattutto in totale assenza di una visione politica chiara e concreta sull’intera questione."

Tra le associazioni presenti, il protocollo è stato sottoscritto dal Coordinamento Terra dei fuochi, Eco della fascia costiera, Cittadini campani per un piano alternativo dei rifiuti, Coordinamento comitati vesuviani, Zero waste Campania, Forum ambiente area nolana e Isde medici per l’ambiente, "dalle quali NOI CI DISSOCIAMO, in quanto diverse delle quali già firmatarie di altri patti e protocolli che a distanza di 2 anni non hanno prodotto i risultati promessi."
(Fonte foto: Rete Internet)