Sindaco consegna targa a Geolier, la mamma di Giogiò contro Manfredi

0
647

Il festival di Sanremo è finito. Geolier riceve un premio dal sindaco di Napoli. Daniela Di Maggio, madre del 24enne Giovanbattista Cutolo ucciso da un proiettile per un motorino parcheggiato male, contesta. 

 

Daniela Di Maggio, mamma del musicista innocente ucciso mesi fa a piazza Municipio, ha contestato la scelta del sindaco di Napoli Gaetano Manfredi di premiare Geolier, con una targa personalizzata, e non anche il suo Giogiò. È opportuno chiarire che la contestazione di Daniela non è rivolta al rapper ma, il suo è un ragionamento più politico. Secondo Di Maggio, il sindaco avrebbe dovuto includere Giogiò fra coloro che hanno rappresentato Napoli sul palco sanremese. Anche Franco Cutolo, genitore del musicista scomparso, ha contestato la cerimonia.

 

La pistola è l’estensione del potere

Fino a quando esisterà

Chi fotte e chi è futtute?

Questo è uno stralcio del testo simbolico del gruppo musicale “Napoli Centrale” il cui tema è l’uguaglianza e il bene comune, che venendo a mancare crea malcontento e ingiustizia. Giovanbattista Cutolo era un giovane artista ucciso da un proiettile mentre stava a piazza Municipio a Napoli, con i suoi amici a festeggiare un compleanno. È stato “fottuto” da un ragazzo di 16 anni il quale aveva già dei precedenti per tentato omicidio, ma non era punibile perché il tentato omicidio l’avrebbe fatto quando aveva meno di 14 anni. Questa è la realtà in cui i giovani vivono, in assenza di qualsiasi tipo di formazione con l’unica ambizione di essere potenti grazie ad una pistola.